Rebibbia avrà un asilo nido

Rebibbia avrà un asilo nidoE’ stato siglato, presso la sede del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria in Largo Luigi Daga, 2 il protocollo d’intesa tra l’IPAB IRAI nella persona del Presidente Daniele Parrucci e l’E.A.P. – Ente di Assistenza per il personale dell’amministrazione Penitenziaria del Ministero di Giustizia nella persona del Segretario Dott.ssa Stefania De Paolis.

“E’ motivo di grande soddisfazione per noi e per le Amministrazioni che rappresentiamo, aver raggiunto oggi l’accordo per la realizzazione e la gestione del servizio di un nuovo asilo all’interno della casa circondariale di Rebibbia – Lo dichiarano in una nota congiunta il Presidente dell’Ipab IRAI Daniele Parrucci e la Segretaria dell’EAP Stefania De Paolis.

L’asilo che andremo a realizzare è rivolto principalmente ai figli dei dipendenti degli istituti di Rebibbia, accoglierà fino a 60 bambini e sarà un modello di gestione innovativa per la nostra Regione, dato che abbiamo intenzione di prevedere la sua apertura h 24 per permettere a tutti i genitori, che si trovano ad affrontare turnazioni per motivi lavorativi in un ambiente molto impegnativo e stressante come quello carcerario, di poter gestire i propri figli con grande serenità.

Inoltre nel Protocollo d’Intesa abbiamo previsto anche, per finalità di recupero sociale, la possibilità di impiegare denuti/e meritevoli per lo svolgimento di servizi connessi alla gestione del asilo (pulizie giardinaggio manutenzioni).

Questo accordo – conclude Parrucci – non fa altro che sottolineare il grande sforzo che come IPAB IRAI stiamo cercando di portare avanti, nel promuove i diritti e lo sviluppo dell’infanzia mediante l’apertura di nuovi asili, cercando di dare risposte concrete alle problematiche del nostro territorio.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION