Mentana. Progetto sulla sicurezza dei cittadini “Controllo del vicinato”

Mentana. Progetto sulla sicurezza dei cittadini “Controllo del vicinato”

Al via il progetto sulla sicurezza dei cittadini di Mentana “Controllo del vicinato”, che sarà presentato sabato 27 maggio, alle ore 17 in Galleria Borghese a piazza Garibaldi. Il progetto, seguito e voluto dall’Assessore alla Sicurezza Tonino Tabanella, vuole essere un nuovo incipit proprio per creare un maggiore senso di sicurezza sul territorio attraverso la partecipazione attiva di ciascun cittadino. Per funzionare sarà importante la capacità di organizzazione tra vicini che si coordineranno con le Forze dell’Ordine, le quali beneficeranno del progetto attraverso ogni segnalazione che venga ritenuta utile a prevenire qualsiasi attività “anomala”, cercando in questo modo di creare prevenzione attraverso un tempestivo intervento del vicinato.

“La volontà di questa Amministrazione è quello di ricostruire un tessuto sociale e comunitario in grado di creare cooperazione per il raggiungimento di un più grande interesse comune” – spiega l’Assessore Tonino Tabanella – “L’ordine nelle strade non è tenuto esclusivamente dalle forze di polizia, per quanto queste siano necessarie: esso è mantenuto soprattutto da una complessa e quasi inconscia rete di controlli spontanei e di norme accettate e fatte osservare dagli abitanti stessi. Qui trova la sua fondatezza ed importanza questo progetto che è volto alla creazione di maggior controllo e sicurezza attraverso due concetti chiave: l’occhio sulla strada (la presenza di attività, di movimento, di edifici con accesso dalla strada, di finestre che “guardano” sulla strada) è il principale elemento di sicurezza; secondo poi la sicurezza urbana dipende dall’identificazione con il territorio, in quanto una persona protegge e rispetta un luogo che sente come proprio. Un insieme di piccole attenzioni fa sì che i molti occhi di chi abita il quartiere rappresentino un deterrente per chi volesse compiere furti o altro genere di illeciti “da strada” come graffiti, scippi, truffe, vandalismi ecc. La collaborazione tra vicini è fondamentale perché si instauri un clima di sicurezza che verrà percepito da tutti i residenti e particolarmente dalle fasce più deboli come anziani e bambini. Citando Jane Jacobs, lo stesso giustamente sostiene che, il controllo spontaneo dell’ambiente urbano, esercitato dai suoi abitanti, si realizza soltanto in città vitali, nelle quali le strade sono frequentate di giorno e di notte, nelle quali gli spazi pubblici sono ben curati e ispirano fiducia e senso di appartenenza: una città fatta di luoghi che i cittadini amano, identificano come propri e che sono, per questo, pronti a proteggere”.

Potrebbe interessarti anche...

  • In tour a... Gaeta! Tra montagne, grotte, carceri e tielle!
  • Dai profondi abissi del mare... emerge il Kraken!
  • Alberto Sordi: Antonella Effe, "per me era solamente zio Alberto"
  • Drive In a Cinecittà: dal 3 luglio il cinema all'aperto
  • Johnny Depp sarà Johnny Puff nella web series "Puffins"
  • Eroi della pandemia: un'illustrazione in loro omaggio
  • Ashfall apre l’edizione digitale del Far East Film Festival
  • Indagine sui Giganti: esseri primordiali, incarnazione delle forze della natura
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #3
  • La Llorona, la cupa leggenda di “colei che piange”
  • Al via il bando gratuito per corti realizzati in quarantena per il Festival “A casa con Oberon Media”
  • L'artista e fumettista Christian Cordella firma la locandina di "Cobra non è", su Prime Video il 30 aprile
  • Visioninmusica "Live at home": protagonista è Pilar
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #2
  • "Cobra non è": esce su Amazon Prime il 30 aprile l'esordio alla regia di Mauro Russo
  • La spada tra storia, miti e leggende
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #1
  • Il documentario ”Messi – Storia di un campione”, diretto da Âlex de la lglesìa, da domenica 29 marzo nel catalogo di Amazon Prime
  • Immersi in atmosfere di altre epoche. Balli e feste a tema storico: le origini

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION