Al Piper di Roma la finale del Tour Music Fest. La giuria presieduta da Mogol sceglierà il vincitore

Al Piper di Roma la finale del Tour Music Fest. La giuria presieduta da Mogol sceglierà il vincitore

Il 24 novembre 2017 al Piper Club di Roma tornerà per la decima edizione uno degli appuntamenti più attesi dell’anno per la musica emergente, trampolino di lancio di alcune tra le realtà più interessanti della scena musicale italiana dal 2007 a oggi: la finalissima Tour Music Fest – The European Music Contest.

In dieci anni, sul questo palco sono passati Marianne Mirage (Sanremo 2017), oggi punta di diamante di Caterina Caselli, Chiara Dello Iacovo, rivelazione di Sanremo 2016, Federica Abbate che ha firmato il brano disco di Platino “Roma Bangkok” e “Il diario degli errori” per Michele Bravi (insieme a Cheope – Alfredo Rapetti Mogol – e a Giuseppe Anastasi), Angelo del Vecchio, protagonista in Italia e in Europa di grandi musical tra cui Notre Dame de Paris, Leonardo Belleggia, concorrente di X Factor molto apprezzato da Manuel Agnelli, e molti altri…

E se dal 2007 a oggi il Tour Music Fest è riuscito a intercettare veramente “dal basso” le nuove promesse, anche la finalissima 2017 sarà l’occasione per appassionati, pubblico e addetti ai lavori per scoprire le nuove tendenze musicali dell’anno, le migliori proposte selezionate su una rosa di 10.000 artisti su scala nazionale, per disegnare un quadro fedele e attento dell’Italia che suona.
Il 24 novembre, in una serata unica di 4 ore no-stop, condotta dall’ormai affezionato Marco Maccarini, al cospetto di MOGOL si esibiranno 25 giovani eccellenze, 25 artisti scelti in 6 mesi di tour lungo l’intero stivale, con alcune novità. Oltre alle classiche categorie di cantautori, original band, musicisti, interpreti, rapper e junior, per il 2017 si aggiunge una fetta molto rappresentativa di quello che è il “fare” musica: la sezione autori, dj e musical performer.
A valutarli, presieduti da MOGOL, saranno i massimi esponenti del contesto musicale, radiofonico e discografico italiano tra mainstream e scena indipendente: Giampaolo Rosselli (direttore artistico), i delegati di Sony Music Italy, Roberto Casalino (Autore per Mengoni, Ferreri, Emma, Amoroso), Tony Pujia (produttore di Samuele Bersani), Dj Provenzano, Massimiliano Longo (direttore All Music Italia), Paolo Romani (Universal Music Group), Silvia Zazzaretta di Remixme, e gli esponenti dell’etichetta Universo (produttrice di Hit Mania Dance e di Relief Records (etichetta Rap)

Ospiti della serata: Noemi Smorra (attrice e cantante protagonista del Musical “I promessi sposi”, DJ Provenzano di m 2 o, Alien Dee (miglior beatboxer italiano), Jacopo Ratini.
Provenienti da ogni parte d’Italia, i finalisti del Tour Music Fest – Festival Internazionale della Musica Emergente 2017 sono: Alex Polidori, Francesco Colombo, Massimo Bartolucci, Niko Albano, Valentina Livi per la categoria cantautori; Herbadelici, Journey to Gemini, Pretty Vegas, Stain per la categoria original band; Alec – Alex Continanza, Alma Sabor, Flavio Capasso, Renza Castelli, Sarah – Sara Sempieri per gli interpreti; AM – Alessandro Muscogiuri, Mat Smile – Matteo Bianconcini, Sire – Savino Riontino per i rapper; Maria Francesca Curti, musical performer; Giorgia Rizza, Laura Fantauzzo, The Bonsisters per la categoria junior; Andrea S – Andrea Sasso, DJ The Fla – Flavio Gualtieri, Lorenzo Pallotta per la categoria DJ; Massive Lines cover band; Jaco – Jacopo Tini, Worm – Luca Terzi, Greta Cipriani per i musicisti; Tracy Menga vincitore junior.
“I finalisti si contenderanno premi in palio veramente importanti e soprattutto utili e concreti” ha dichiarato Gianluca Musso, direttore generale della manifestazione. “Difatti i partecipanti si contenderanno il premio Sponsor for Artist consistente in un contratto di sponsorizzazione da 10.000 Euro, il premio Tour Internazionale consistente in un budget di 15.000 euro, messo a disposizione dal bando di Nuovo Imaie, per l’organizzazione di un tour internazionale, un contratto di distribuzione con Sony Music Italy, una borsa di studio al CET di Mogol, la produzione di 2 singoli con i produttori artistici Tony Pujia e Francesco Tosoni e altre borse di Music Camp del Tour Music Fest e presso la scuola per DJ Remixme, e infine strumenti musicali offerti da Eko Music Group”.
Per il decimo anno, un viaggio unico, al centro della musica emergente italiana.

Partner e Media Partner: ALL MUSIC ITALIA, SONY MUSIC ITALY, Mercatino musicale.com, VillaggioMusicale.com, StrumentiMusicali.net, Playmusicstore.net, Eko Music Group, Montarbo, Remixme, Ableton, Velvet Music.
Finalissima Tour Music Fest, 24 novembre, Piper Club – Via Tagliamento 9 (Roma) a partire dalle ore 20.00

Ingresso gratuito
www.tourmusicfest.it

Inserito da: Barbara Andreoli

Potrebbe interessarti anche...

  • Alberto Sordi: Antonella Effe, "per me era solamente zio Alberto"
  • Drive In a Cinecittà: dal 3 luglio il cinema all'aperto
  • Johnny Depp sarà Johnny Puff nella web series "Puffins"
  • Eroi della pandemia: un'illustrazione in loro omaggio
  • Ashfall apre l’edizione digitale del Far East Film Festival
  • Indagine sui Giganti: esseri primordiali, incarnazione delle forze della natura
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #3
  • La Llorona, la cupa leggenda di “colei che piange”
  • Al via il bando gratuito per corti realizzati in quarantena per il Festival “A casa con Oberon Media”
  • L'artista e fumettista Christian Cordella firma la locandina di "Cobra non è", su Prime Video il 30 aprile
  • Visioninmusica "Live at home": protagonista è Pilar
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #2
  • "Cobra non è": esce su Amazon Prime il 30 aprile l'esordio alla regia di Mauro Russo
  • La spada tra storia, miti e leggende
  • Papàtrack - Cronache di un papà in quarantena #1
  • Il documentario ”Messi – Storia di un campione”, diretto da Âlex de la lglesìa, da domenica 29 marzo nel catalogo di Amazon Prime
  • Immersi in atmosfere di altre epoche. Balli e feste a tema storico: le origini
  • "#ARTEPIDEMIA - L'Arte di stare a Casa": anche i protagonisti dei quadri più famosi restano a casa
  • Il serpente: simbolo ancestrale, protagonista di miti e culti, emblema di rinascita

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION