A trent’anni dall’uscita nelle sale, Lezioni di piano è un’opera cult con una colonna sonora diventata un classico e con la quale Jane Campion è la prima donna della storia del cinema a vincere la Palma d’Oro a Cannes. Per celebrare il trentennale, è in libreria da gennaio la prima monografia dedicata al film a cura di Paola Besutti e Gabriele Marcello, nella collana I Migliori film della nostra vita edita da Gremese. Un libro che ricostruisce la genesi del film, il percorso della regista, talento internazionale dallo sguardo non convenzionale, i molteplici rimandi letterari e analizza la centralità della musica, protagonista e metafora di un’opera unica. Il trittico Jane Campion, musica e letteratura è il cuore pulsante del testo.

Una pellicola densa e potente, sulla riappropriazione del desiderio e della sessualità da parte di una donna scozzese di metà Ottocento, trapiantata in un contesto coloniale neozelandese governato dalle accigliate regole puritane del vecchio continente, lontane dai modelli di vita dei nativi. Pellicola ricca di riferimenti letterari, pur non essendo un adattamento, che affida alla musica un ruolo e una presenza strutturali come pochi altri film hanno saputo fare. Jane Campion firma, nel 1993, un film che, ancora oggi, è un unicum: femminile ma non femminista, innovativo nella sintassi cinematografica, nella scrittura e nelle intenzioni musicali. Uomini femminilizzati e donne mascolinizzate sono inquadrati dalla regista in una propria versione del romanzo gotico e d’appendice, in cui anche l’elemento erotico è forte e inaspettato: violento, viscerale, essenziale. Una visione che, a distanza di anni, rimane emotivamente intatta per finezza registica. Un film che sembra classico e romantico, ma che, in realtà, è il suo opposto.

Il libro è anche un omaggio a Jane Campion che – pur con una piccola filmografia – è un’avanguardista che innova linguaggi e narrazione dei generi, come testimonia anche il conferimento del Leone d’oro a Venezia per la regia de Il potere del cane. Con Lezioni di Piano cambia l’idea di cinema al femminile e di adattamento letterario: per la BBC è uno dei migliori film della storia del cinema, diretto da una donna che parla di donne, delineando una nuova femminilità.

Il libro è stato scritto da Gabriele Marcello (sceneggiatore, assistente casting, nonché docente di Sceneggiatura all’Università di Teramo e di Storia del cinema alla Roma Film Academy) e Paola Besutti (autrice di saggi e monografie, musicologa, pianista, docente di Musicologia e Storia della musica all’Università di Teramo e a La Sapienza).

 

About the author

Segnala, commenta, fotografa, videodenuncia, videosegnala, polemizza, inviaci complimenti e/o insulti alla mail info@sitopreferito.it

Related

JOIN THE DISCUSSION