Video. “Marino svegliati”: i lavoratori romani in piazza

I lavoratori romani manifestanoSabato 23 Maggio si è svolta la manifestazione di CGIL, CISL e UIL, partita da piazza Esquilino fino a Santi Apostoli.

Questo si legge in una nota degli organizzatori, il segretario generale della Cgil di Roma e Lazio Claudio Di Berardino, il responsabile della Cisl di Roma Mario Bertone e il segretario generale della Uil di Roma e Lazio Alberto Civica: “Marino svegliati. E’ questo lo slogan che abbiamo scelto per invitare tutti i romani, le famiglie, i lavoratori, i pensionati, i giovani a scendere in piazza e manifestare con noi contro una giunta incapace di affrontare i problemi della Capitale, una Capitale che sta sprofondando nell’inerzia, nella recessione, nella paura senza alcuna visione per un futuro migliore. Un futuro completamente diverso da quella tragedia, anche occupazionale, che è “Mafia Capitale” mentre dovremmo lavorare, tutti insieme, verso un “Rinascimento Capitale“.

In piazza i lavoratori di ogni categoria, esasperati da una Giunta che definiscono “immobile” e che staportando aziende e dipendenti all’esasperazione e al dissesto.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

JOIN THE DISCUSSION

Comments

  • Stefano 27 maggio 2015 at 14:15

    Marino svegliati veramente… Roma fa schifo e i lavoratori non ce la fanno proprio più. Parlo da ex operatore del verde, hai distrutto tanti posti di lavoro, il degrado è sotto gli occhi di tutti. Quando finirà questa situazione? Quando guadagneremo la nostra dignità e Roma il rispetto che merita? Grazie. Stefano

    Reply