MONTEROTONDO: Sicurezza nei cantieri, tra obblighi e soluzioni

La sicurezza sui luoghi di lavoro e le novità introdotte dal Testo unico sulla sicurezza varato nell’aprile scorso. Questi i temi dell’incontro che si svolgerà martedì 14 ottobre, alle ore 17, presso la biblioteca comunale “Angelani”, promosso dagli assessorati alle Politiche del Lavoro e della Prevenzione della sicurezza nei luoghi di lavoro del Comune di Monterotondo. L’incontro, curato in collaborazione con il Comitato Tecnico Paritetico di Roma, è rivolto a titolari e dipendenti d’impresa, a consulenti del lavoro, a liberi professionisti e a rappresentanti dei lavoratori in tema di sicurezza. Vedrà la partecipazione di rappresentanti della Asl RM/G e RM/E, dell’Inail, dell’Ente regionale per la formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia e dello stesso Comitato Tecnico Paritetico.

«La nostra Amministrazione comunale – afferma l’assessore alle politiche del Lavoro Maurizio Raimondi ” è da anni impegnata a svolgere un’azione di sensibilizzazione sul tema della sicurezza sul lavoro, in particolare nei cantieri edili. Abbiamo organizzato corsi di formazione specifica, sia per titolari d’azienda che per dipendenti, ci siamo adoperati, ottenendo le necessarie autorizzazioni, per istituire un servizio interaziendale di pronto soccorso all’interno dell’area industriale. D’altra parte quello dell’edilizia è verosimilmente il settore in cui, più d’ogni altro, si incentrano le più significative ipotesi di crescita economica della nostra area. Perciò, purtroppo, è anche quello maggiormente esposto ai rischi di incidenti per i lavoratori. Rischi che comunque nel nostro territorio sono estremamente contenuti, proprio in virtù della particolare attenzione da parte degli addetti ai lavori e, voglio pensare, dell’azione di prevenzione che collegialmente tutte le parti in causa, compresa l’Amministrazione comunale, hanno saputo mettere in campo”.

Quella delle “morti bianche” è un fenomeno particolarmente allarmante, non a caso sotto i riflettori della cronaca proprio in questi giorni. “Ma devo dire – afferma l’assessore alla sicurezza sui luoghi di Lavoro Maurizio Biagetti ” che, almeno nella nostra zona, il livello di sensibilità verso questi temi è molto alto, sia da parte degli imprenditori che dei lavoratori. C’è coscienza dei problemi e dell’importanza di una seria azione di formazione, di controllo, di prevenzione dei rischi. E’ evidente, perciò, quanto sia importante continuare a proporre occasioni di approfondimento, di confronto e di aggiornamento, come coscienziosamente questa Amministrazione comunale fa da anni ottenendo una convinta e massiccia partecipazione da parte degli addetti ai lavori. Tra i quali tengo a sottolineare la presenza delle organizzazioni sindacali, che a mio modo di vedere restano un interlocutore fondamentale proprio perché diretta espressione dei lavoratori».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION