MONTEROTONDO: prolungato l’orario d’apertura Biblioteca ‘Angelani”

Buone notizie per tutti gli utenti della biblioteca comunale. L’orario d’apertura al pubblico del centro culturale “Angelani” sta infatti per passare dalle attuali 31 ore a 39 ore settimanali, consentendo la fruibilità dei servizi sia al mattino che al pomeriggio dal lunedì al giovedì (venerdì solo mattina). L’importante novità, attesa soprattutto dagli studenti che frequentano quotidianamente la struttura, è resa possibile dalla convenzione che l’Amministrazione comunale siglerà con l’associazione Carabinieri e che vedrà i soci del sodalizio coadiuvare il personale comunale nei compiti di accoglienza degli utenti e controllo dei locali in orario d’apertura. «Siamo molto soddisfatti di questo importante risultato ” afferma l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili Riccardo Varone –  da oggi leggere, studiare, prendere e rendere libri in prestito e fruire di ogni altro servizio offerto dalla biblioteca sarà ancora più agevole. Di questo saranno contenti i ragazzi che frequentano quotidianamente la biblioteca e, ne sono certo, anche tutti gli utenti del centro culturale».  L’aumento dell’orario d’apertura di ben otto ore consentirà al centro culturale-biblioteca “Angelani” di superare ampiamente lo standard delle 36 ore e ottenere, pertanto, la certificazione di qualità da parte del Sistema bibliotecario regionale del Lazio. «Il fatto di superare i livelli d’eccellenza fissati dalla Regione e ottenere il marchio di qualità – continua l’assessore –  risultato che è già di per sé un motivo di compiacimento, il riconoscimento del valore e della qualità dei servizi offerti dalla nostra struttura, consentirà di accedere a maggiori e specifici finanziamenti da destinare all’ulteriore potenziamento del centro culturale».  Il prossimo obiettivo resta infatti quello di strutturare le attività del centro in maniera ancora più ampia e articolata, coinvolgendo maggiormente e in maniera diretta gli utenti stessi.  «Il ruolo del “Paolo Angelani” nell’ambito della rete di servizi già attivi o in via di realizzazione ” conferma il sindaco Mauro Alessandri – è quello di centro propulsore della vivacità culturale di Monterotondo. Un ruolo, questo, che stiamo dimostrando di voler potenziare coerentemente con quello che resta uno dei nostri principali obiettivi di governo: la realizzazione di un nuovo modello di sviluppo cittadino basato proprio sul ruolo della cultura e della conoscenza».  Un ringraziamento particolare l’Amministrazione comunale lo rivolge all’associazione Carabinieri, sodalizio iscritto all’Albo del volontariato, già partner dell’Amministrazione comunale in diverse funzioni come la sorveglianza degli istituti scolastici e il trasporto degli studenti, «confermatasi ancora una volta – assicura l’assessore Varone – estremamente disponibile e altamente professionale e a cui va tutto il nostro riconoscimento».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION