MONTEROTONDO: colletta alimentare della Croce Rossa

I Volontari della CRI di Monterotondo raggiungono un grande successo per il Banco Alimentare Colletta Alimentare: un successo che pesa 16 quintali! Ammonta a circa 16 quintali (15,93 per la precisione) il totale dei generi alimentari raccolti dai Volontari della Croce Rossa Italiana di Monterotondo in occasione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2010 che, come da tradizione, si è svolta in tutta Italia nell’ultimo sabato di novembre.
I Volontari CRI, dalle 9:00 della mattina alle 21:00 della sera, hanno raccolto ora dopo ora olio, legumi, pasta, generi per l’infanzia ed altri generi alimentari che nelle prossime settimane il Banco Alimentare, grazie alle moltissime associazioni partner tra cui anche la Croce Rossa Italiana, saranno distribuiti alle famiglie bisognose ed in difficoltà economica. “Siamo assolutamente soddisfatti e contenti dell’incredibile risultato raggiunto”, afferma Valentina Nocera, coordinatrice dell’evento per conto della CRI di Monterotondo “e ringraziamo sentitamente ogni singolo benefattore che ha reso possibile questo successo”.
Informati all’ingresso sui vari prodotti necessari e dotati di una busta ad hoc, i clienti hanno dimostrato un’incredibile generosità consegnando via via ai Volontari CRI, una volta superata la barriera delle casse, quanto appositamente acquistato a sostegno della Colletta Alimentare. A Monterotondo sono oggi oltre 30 i nuclei famigliari in difficoltà economica segnalati dai Servizi Sociali del Comune di Monterotondo che la Croce Rossa Italiana assiste fornendo generi alimentari ed altri beni di sostegno. Un’attività silenziosa e quasi invisibile che però viene svolta dai Volontari con entusiasmo e con la consapevolezza di quanto sia importante essere al fianco delle persone bisognose. Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Dott. Paride Ferrazza, Commissario del Comitato Locale di Tivoli da cui la CRI di Monterotondo dipende. “I Volontari della Croce Rossa Italiana di Monterotondo hanno fatto uno splendido lavoro” dichiara Ferrazza “con una dedizione ed un impegno assoluto che ne fanno un esempio per tutti i Volontari CRI”. È quindi un’azione a 360° quella che la Croce Rossa Italiana svolge sul territorio che, passando dalle tradizionali attività sanitarie ed educative fino ad arrivare alle attività come quella del Banco Alimentare o della risposta alle emergenze, ha come fine ultimo quello di essere vicino ed a disposizione di chiunque
si trovi in difficoltà, senza fare differenze o discriminazioni di nessun genere. Prossimo appuntamento tra la gente per i Volontari CRI di Monterotondo il 1° dicembre, data in cui si celebra in tutto il Mondo la Giornata Mondiale contro l’AIDS ed in cui saranno presenti nelle ore serali presso il Pub 1830 di Via San Martino con l’obiettivo di informare e sensibilizzare i giovani clienti del locale sulle modalità di prevenzione e difesa dal terribile virus

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION