MONTEROTONDO: Istituito il ‘Centro commerciale naturale”

Valorizzare e rendere maggiormente competitivo il sistema commerciale cittadino. E’ l’obiettivo dell’istituzione del “Centro commerciale naturale”, nuovo modello organizzativo con il quale l’Amministrazione comunale, d’intesa con gli operatori del settore e con le loro organizzazioni di categoria, intende integrare le imprese commerciali, artigianali e di servizio localizzate nel centro storico e nelle vie adiacenti.

Il progetto mira a modernizzare e potenziare la rete distributiva locale attraverso la creazione di un sistema di servizi e attività, all’aperto e diffusi sul territorio e non al chiuso come avviene nei centri commerciali propriamente detti, puntando sulla vocazione dell’area e sulla sua identità, quella di luogo della storia, delle tradizioni e della cultura cittadina, in modo da aumentare la sua capacità d’attrazione in termini di fruibilità commerciale come pure di salvaguardare la sua peculiarità e la sua vocazione.
Il Centro commerciale naturale sarà presentato in occasione del Convengo di giovedì 19 febbraio (ore 17, Sala consiliare di Palazzo Orsini), al quale interverranno il sindaco Lupi, l’assessore alle Attività produttive Roberto Salvatori, il presidente di Confesercenti Mauro Felici e l’architetto Alberto Sarasso di “Centro Servizi Più”, strumento di supporto per lo sviluppo delle singole imprese, delle realtà territoriali e della rete metropolitana dei Centri Commerciali Naturali.
“I progetti di centri commerciali naturali ” spiega l’assessore Salvatori ” promuovono le piccole imprese commerciali, dell’artigianato e dei servizi attraverso una rete che consente loro di qualificare, specializzare e integrare la propria offerta e la propria immagine. L’intervento dell’ente comunale è funzionale a tali progetti. Attraverso la pianificazione e la realizzazione di interventi di riqualificazione e decoro, di eventi culturali, di proposte enogastronomiche, è possibile contribuire a caratterizzare le aree interessate con occasioni di intrattenimento, relazioni, convivialità in ambienti urbani resi maggiormente fruibili e idonei, coniugando l’obiettivo di rilanciare lo sviluppo economico-commerciale con quello, strettamente collegato, di migliorare la qualità della vita per tutti i cittadini. E’ del resto proprio in questa correlazione che il progetto del Centro commerciale naturale trova la sua più efficace validità”.
Tra i possibili interventi legati all’istituzione del Centro commerciale naturale figurano il restyling della toponomastica cittadina e delle insegne commerciali, le migliorie in termini di arredo e decoro urbano, l’innovazione dell’immagine, dei servizi e delle forme di vendita, i progetti finalizzati a garantire maggiori livelli di sicurezza, l’ideazione e la realizzazione di campagne di comunicazione e promozione, la razionalizzazione delle aree e dei sistemi di sosta dei veicoli. Sin dalla sua istituzione, la visibilità del Centro commerciale comunale sarà comunque assicurata attraverso l’installazione di una nuova segnaletica concepita e realizzata appositamente per rendere immediatamente percepibile la “rete” al cittadino e al visitatore occasionale.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION