Cinema e Società ed il progetto ABC, gli studenti di Roma e del Lazio a Sezze per la proiezione del film cult ‘Lo chiamavano Jeeg Robot’

Cinema e Società ed il progetto ABC, gli studenti di Roma e del Lazio a Sezze per la proiezione del film cult ‘Lo chiamavano Jeeg Robot’

Sarà Sezze (LT) a ospitare il 29 novembre la speciale proiezione di uno dei film più rappresentativi degli ultimi anni, “Lo Chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti – per Cinema e Società dei Progetti Scuola ABC promossi da Regione Lazio e Roma Capitale – che vedrà i ragazzi degli istituti superiori di Roma e del Lazio ritrovarsi nella cittadina per parlare di sogni, speranze, aspettative ma anche di disagio, solitudine e periferie, confrontandosi con chi il cinema lo fa, con istituzioni e addetti ai lavori.

La pluripremiata pellicola di Gabriele Mainetti – eccellenza italiana del 2016 in grado di parlare a grandi fasce di pubblico e trasversalmente tra generazioni – sarà protagonista di un confronto inconsueto e originale con i giovani, diventando punto di partenza per un attento dibattito con Vins Gallico e lo sceneggiatore Herbert Simone Paragnani facendo avvicinare i ragazzi ai problemi della nostra società, attraverso uno dei linguaggi più amati, quello del grande schermo.

Il Cinema è infatti lo specchio di quel che accade nel mondo di oggi, anche delle realtà più complesse, uno spazio a più dimensioni e un tempo ricco di conflitti e contraddizioni.
Partendo da questa complessità Cinema&Società – che per l’appuntamento del 29 novembre ha scelto Sezze come sede privilegiata per incontrare i ragazzi – cerca di sollecitare l’analisi critica e autonoma offrendo agli allievi spunti di riflessione e, possibilmente, indicando anche una strada nella costruzione di un futuro migliore da cittadini liberi e consapevoli.

Così “Lo chiamano Jeeg Robot”, selezionato per l’edizione 2017, si caratterizza per l’attenzione profonda e lo sguardo accogliente rivolto alle periferie urbane e alla marginalità antropologica, dove si trovano forme molteplici di espressività creativa e soprattutto interessanti esempi di valore etico. Figure “spostate” rispetto a una visione conformista e unificante della società che ricordano l’aspetto più vero, più sincero della condizione umana, nonostante l’emarginazione o la solitudine.
Cinema&Società è promosso dalla Regione Lazio con Roma Capitale nell’ambito del POR-FSE Lazio 2014-2020, curato dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura nell’ambito dei Progetti Scuola ABC, con Roma Lazio Film Commission, Giornate degli Autori, Istituto Luce Cinecittà, e il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT, e che si rivolge alle scuole superiori di Roma e del Lazio. Si ringraziano Bim Distribuzione, Goon Films, Lucky Red, Rai Cinema/ 01 Distribution.

www.progettoabc.it – Facebook @ProgettoABC – Twitter @ProgettoABC
#ProgettiScuolaABC
Il 29 novembre a Sezze (LT), a partire dalle ore 9.30 presso Auditorium M. Costa Via Piagge Marine

Inserito da: Barbara Andreoli

Potrebbe interessarti anche...

  • Apre in Italia il primo Museo del Saxofono; inaugurazione sabato 7 settembre 2019
  • Genazzano, un luogo dal fascino senza tempo... nel Guinness dei primati!
  • I Festival d’Arte di Strada invadono l’estate italiana 2019: da TolfArte a Carpineto, oltre 300 busker italiani e internazionali
  • Max Nardari tra cinema e Festival: in uscita il nuovo film "Di tutti i colori" e al timone del Film Festival Sabaudia Studios 2019
  • Grazia Di Michele presenta il suo nuovo libro "Apollonia" e l'album "Sante Bambole Puttane"
  • Biografilm Italia 2019: “Noci Sonanti” vince il Premio Hera “Nuovi Talenti”
  • AAA Queen's Drag Queen: bando di audizione per la produzione 2019/2020
  • Anteprima del documentario "Generazione Diabolika", la storia di un locale diventato un fenomeno di costume
  • Informiamici: i progetti vincitori dei liceali si concentrano su pillola del giorno dopo e preservativo
  • "GLITCH, Figli di un Dio confuso": Giulia Soi presenta il secondo romanzo
  • In onda “Io sono Sofia”, film di Silvia Luzi: la storia vera di Sofia, una donna di 28 anni nata maschio e del suo percorso personale
  • Alla scoperta del Labirinto: da Cnosso ai Celti, da Pac-Man fino ad Alice, storia, etimologia, mitologia, di un luogo spesso rappresentato come un dedalo in cui perdersi per ritrovare sé stessi
'; var riint = setInterval(function() {jQuery(window).trigger("resize");},100); setTimeout(function() {clearInterval(riint);},2500); }; }, beforeShow : function () { this.title = jQuery(this.element).attr('lgtitle'); if (this.title) { this.title=""; this.title = '
'+this.title+'
'; } }, afterShow : function() { }, openEffect : 'fade', closeEffect : 'fade', nextEffect : 'fade', prevEffect : 'fade', openSpeed : 'normal', closeSpeed : 'normal', nextSpeed : 'normal', prevSpeed : 'normal', helpers : { media : {}, title : { type:"" } } }); } catch (e) {} });

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION