SitoPreferito

In Evidenza Musica Notizie

L’intervista ufficiale di USHER in occasione dell’Apple Music Halftime Show del Super Bowl LVIII

Segui Email Ieri sera la superstar mondiale USHER si è unita alla conduttrice di Apple Music Radio Nadeska Alexis

L’intervista ufficiale di USHER in occasione dell’Apple Music Halftime Show del Super Bowl LVIII

Ieri sera la superstar mondiale USHER si è unita alla conduttrice di Apple Music Radio Nadeska Alexis per la conferenza stampa ufficiale dell’Apple Music Super Bowl LVIII Halftime Show a Las Vegas.

Durante la conversazione USHER riflette sui suoi 30 anni di carriera, sul fatto di essere il primo artista indipendente a calcare il palco del Super Bowl, su un momento spaventoso del suo cameo al Super Bowl del 2011, sul suo rapporto speciale con la città di Las Vegas, sul motivo per cui i suoi pattini a rotelle saranno in primo piano questa domenica e sul perché rimpiange di non essere mai stato “slimato” su Nickelodeon.

Apple Music ha presentato anche il cortometraggio “Where’s USHER?”. Il film, che ha come colonna sonora 14 successi di USHER, mostra un viaggio selvaggio attraverso Las Vegas, mentre Ludacris, Taraji P. Henson, Lil Jon, Wesley Snipes, J Balvin, Anderson .Paak e un cast davvero incredibile “perdono” USHER dopo un’epica serata a Las Vegas e collaborano per ritrovare il Re dell’R&B in tempo per la sua esibizione storica all’Apple Music Super Bowl Halftime Show.

USHER racconta ad Apple Music di essersi preparato per l’incredibile performance con gli artisti ospiti dell’Halftime Show selezionando inizialmente grandi artisti presenti nei suoi dischi e anticipa un futuro progetto video di Apple che rivela la sua preparazione al Super Bowl…

Credo di essermi semplificato la vita quando ho deciso di avere dei featuring in canzoni che sono diventate dei successi. Questo mi ha dato i più grandi punti di riferimento. Ma la cosa più bella è che Apple mi ha seguito in tutto questo processo. Quindi stiamo cercando di capire come condividerlo con voi, e come far esplodere Internet grazie a questa conversazione. C’è anche una troupe di documentaristi che ha raccolto tutti i momenti che si sono succeduti. Ci sono telecamere che ci circondano in ogni momento, per osservare il processo che abbiamo seguito. Si ha la possibilità di vedere dal primo momento in cui ho ricevuto la chiamata fino al momento in cui sono sceso dal palco. Almeno questa è l’idea. Ma ho sicuramente pensato a chi avrei voluto che condividesse questo momento con me. E sento che le persone che lo condivideranno meritano lo stesso riconoscimento per ciò che fanno nella loro carriera, sia che abbiamo collaborato insieme, sia per i loro momenti in solo.

USHER racconta ad Apple Music un incidente di percorso che ricorda dalla sua apparizione al Super Bowl del 2011…

Oh, cavolo. Stranamente c’è stato un momento che solo io credo di ricordare. La mia mano si è impigliata nel cavo che mi teneva a circa 9 metri d’altezza. E ho quasi mancato il mio primo segno. Pensavo: “Oh mio Dio, non lasciare che questo malfunzionamento mi faccia perdere qualcosa”. Ma quello è stato uno. Il secondo è stato il dopo, e la sensazione incredibile di essere di fronte a così tante persone e di sentire l’energia. Così tanto che mi ha fatto appassionare all’idea di ottenere questo momento che sto per vivere. Ma è stato davvero alimentato dalla possibilità di essere in quel momento lì con i Black Eyed Peas”.

USHER racconta ad Apple Music il suo senso di orgoglio per il debutto del suo nuovo album COMING HOME e per l’esibizione al Super Bowl come artista indipendente…

Perché ho lanciato quell’album come artista indipendente. E sarò, fino ad oggi, l’unico artista indipendente che si sia mai esibito nell’Halftime Show del Super Bowl. Quindi questo è un inizio, un nuovo inizio per me.

USHER spiega ad Apple Music perché il momento del Super Bowl a Las Vegas è ancora più speciale per lui…

Las Vegas è stata fantastica per me. Avere 100 spettacoli sold out in una residency e poi, il crescendo, che è il Super Bowl con Apple. È stato davvero un momento incredibile per il mio periodo qui a Las Vegas.

USHER spiega ad Apple Music perché è onorato di portare l’R&B sul palco del Super Bowl, ma non vuole essere confinato in un solo genere…

È bello far parte di qualsiasi categoria, ma non essere categorizzato è quello che ho sempre sperato. L’R&B come mestiere e come stile, come genere, come emozione, come spirito, che si trovi attraverso la musica gospel, il jazz, il rhythm and blues, il blues nell’R&B: ha creato tutti questi altri generi musicali. Non ci rendiamo conto di quanto l’R&B sia stato importante per lo sviluppo dell’industria che abbiamo, così come per gli artisti e i creativi che ne hanno fatto parte. Sono quindi felice che l’R&B abbia il palcoscenico domenica. Sono felice che l’R&B e il rhythm & blues, e i performer musicali e i ballerini, ricevano il riconoscimento che meritano. Sono onorato. Ma non voglio essere categorizzato come un artista R&B e basta.

USHER racconta ad Apple Music le sue speranze per il modo in cui le persone sono state in grado di usare la sua musica per collegarsi alle proprie esperienze…

Ho provato tante cose in tutta la mia carriera e sono riuscito a riunire persone che celebrano la mia musica e le mie esperienze. E magari le collegano alle proprie. Forse si sono sposati con una canzone. Forse si sono innamorati di una canzone. Forse hanno fatto l’amore con una canzone. Forse hanno festeggiato e riso e si sono divertiti moltissimo. Forse hanno pianto. Forse hanno sofferto. Forse hanno avuto la possibilità di essere fiduciosi in un modo che non avevano prima di ascoltare quella canzone. Questo è ciò che l’R&B è stato per me. E spero che il resto del mondo possa celebrarlo nel modo in cui lo celebro io.

USHER parla ad Apple Music dei suoi futuri progetti imprenditoriali a Las Vegas…

Nei prossimi anni credo che ci saranno più opportunità di costruire qui a Las Vegas. Amo questa città. Quando ho ricevuto la chiave, ho iniziato a cercare di aprire le porte, cercando di trovare il modo di creare il più possibile l’esperienza immersiva che vorrei per il pubblico che ha apprezzato la cura del mondo che ho creato quando ero qui a Las Vegas. Dove mi porterà tutto questo? Non lo so. Forse si tratta di attività commerciali. Forse di altri spettacoli. Forse spettacoli che curo io. Forse di festival, come il Lovers and Friends festival. Forse si tratta di alberghi. Forse è un’idea e uno standard diverso per un artista che è venuto da questo mondo e poi ha creato un’attività qui in questa città.

USHER racconta ad Apple Music il significato dei suoi pattini nella sua esibizione all’HTS…

Ci sono anche due cose molto speciali che ho intrecciato in questa performance. Cose che parlano di cultura. Cose che parlano di qualità. Cose che parlano della mia creatività. Come sapete: Il pattinaggio. Quindi, l’idea di poter pattinare su pattini creati da me è qualcosa che non vedo l’ora di fare.

USHER rivela una “confessione” adatta ai bambini…

Posso farvi una confessione? Specificamente su Nickelodeon, giusto? Dobbiamo rimanere appropriati? No… Il mio sogno è sempre stato quello di essere “slimato” da bambino. Lo guardavo proprio come tutti noi qui dentro. Farmi coprire la testa da quella sostanza verde era una cosa che volevo davvero, volevo solo poter dire di averlo fatto. E quando finalmente sono riuscito a partecipare ai premi Nickelodeon, non lo facevano più. Ho pensato: “Che peccato…”.

About Author

Redazione web

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *