La febbre di LUPIN III invade il Giappone tra cosplay e casi di emulazione

Il ladro per antonomasia, celebre grazie alle serie di fumetti e cartoni animati cult in tutto il mondo, è tornato sul grande schermo con un film d’animazione in computer grafica. Dall’uscita in sala dello scorso 6 dicembre di Lupin III – The First nel paese del Sol Levante, l’effetto non si è fatto attendere.

In questi giorni, infatti, non è raro imbattersi per le strade o le metropolitane di Tokyo in Lupin accompagnato da Fujiko, Goemon e Jigen: persone travestite come i loro beniamini.

Ma non solo, molto più preoccupante un’altra situazione che si sta verificando in queste ore. Solo questa settimana le autorità rendono noto che dall’uscita del film si sono moltiplicate le denunce per furto in gioiellerie, gallerie d’arte e addirittura il tentativo di intrusione nel Museo Nazionale d’Arte Moderna.

Pura coincidenza oppure uno strano e pericoloso caso di emulazione?

About the author

Segnala, commenta, fotografa, videodenuncia, videosegnala, polemizza, inviaci complimenti e/o insulti alla mail info@sitopreferito.it

Related

JOIN THE DISCUSSION