MONTEROTONDO:Un programma integrato per il Centro storico

Cercasi finanziamenti per la valorizzazione del quartiere: annunciata la partecipazione al bando PRO.V.I.S.
Un programma integrato per il Centro storico
Ottenere i finanziamenti necessari per realizzare un ambizioso programma di valorizzazione del Centro storico. È l’obiettivo che l’Amministrazione comunale si pone partecipando al PRO.V.I.S. annualità 2010, bando provinciale finalizzato al sostengo di progetti integrati volti al recupero, alla salvaguardia, alla rivitalizzazione e alla valorizzazione dei centri storici dei Comuni compresi nel territorio provinciale.
«Sin dal suo insediamento ” dichiara l’assessore alla promozione del territorio e al Centro storico Gabriella Fagnani ” questa Amministrazione ha intensificato il dialogo con i residenti e con gli operatori artigianali e commerciali del centro storico. Abbiamo registrato criticità e problematiche, recepito istanze e poi lavorato alla formulazione di un programma integrato, quello con cui intendiamo partecipare al PRO.V.I.S., secondo noi in grado di valorizzare concretamente questo particolare e prezioso quartiere della città, migliorandone gli aspetti estetico-strutturali, ottimizzando le sue potenzialità e soprattutto ricercando migliori standard di vivibilità per residenti e frequentatori».
Il progetto integrato che l’Amministrazione comunale intende proporre è strutturato secondo componenti sinergiche e meccanismi ben individuati: riqualificazione urbanistico-architettonica, restauro conservativo e valorizzazione estetica, incentivazione all’insediamento di nuove attività imprenditoriali, tutela e sostenibilità ambientale, valorizzazione della componente formativa di nuove competenze e professionalità, della partecipazione e della co-decisione dei termini progettuali previsti.
Per mettere tutti nelle condizioni di saperne di più e poter valutare in futuro le modalità eventuali con cui prendere parte al processo di valorizzazione del quartiere, l’Amministrazione comunale invita i cittadini residenti in forma singola e associata, le scuole, le imprese e i professionisti nel settore dell’edilizia e della sostenibilità ambientale, le banche e gli enti creditizi, a partecipare alla fase progettuale della “manifestazione pubblica di interesse” che sarà avviata nei prossimi giorni con modalità opportunamente pubblicizzate.
Le adesioni pervenute costituiranno parte integrante della documentazione allegata al progetto e renderanno gli autori interlocutori privilegiati dell’Amministrazione comunale nelle fasi realizzative del progetto stesso.
«Non v’era dubbio ” afferma il sindaco Alessandri – che attorno alle particolarità del centro storico, a quelle stratificazioni edilizie, sociali, generazionali ed identitarie che lo contraddistinguono e che rendono così eterogeneo e particolare il suo equilibrio strutturale, dovesse essere avviato un dibattito ed una analisi quanto più approfondita possibile. Lo abbiamo fatto, coerentemente con i nostri impegni di governo, onorando le istanze che da residenti e operatori sono giunte con puntuale sollecitudine. Oggi siamo in grado di proporre un programma integrato di intervento in grado di incidere profondamente e portare risultati significativi in termini di miglioramento della qualità della vita. Un programma, il nostro, che contiamo di realizzare indipendentemente dagli esiti del bando provinciale ma che, certamente, nel caso in cui il nostro Comune risultasse vincitore, vedrebbe enormemente ottimizzati i suoi tempi di compimento».

Cercasi finanziamenti per la valorizzazione del quartiere: annunciata la partecipazione al bando PRO.V.I.S. – Un programma integrato per il Centro storico – Ottenere i finanziamenti necessari per realizzare un ambizioso programma di valorizzazione del Centro storico. È l’obiettivo che l’Amministrazione comunale si pone partecipando al PRO.V.I.S. annualità 2010, bando provinciale finalizzato al sostengo di progetti integrati volti al recupero, alla salvaguardia, alla rivitalizzazione e alla valorizzazione dei centri storici dei Comuni compresi nel territorio provinciale.  «Sin dal suo insediamento ” dichiara l’assessore alla promozione del territorio e al Centro storico Gabriella Fagnani ” questa Amministrazione ha intensificato il dialogo con i residenti e con gli operatori artigianali e commerciali del centro storico. Abbiamo registrato criticità e problematiche, recepito istanze e poi lavorato alla formulazione di un programma integrato, quello con cui intendiamo partecipare al PRO.V.I.S., secondo noi in grado di valorizzare concretamente questo particolare e prezioso quartiere della città, migliorandone gli aspetti estetico-strutturali, ottimizzando le sue potenzialità e soprattutto ricercando migliori standard di vivibilità per residenti e frequentatori». Il progetto integrato che l’Amministrazione comunale intende proporre è strutturato secondo componenti sinergiche e meccanismi ben individuati: riqualificazione urbanistico-architettonica, restauro conservativo e valorizzazione estetica, incentivazione all’insediamento di nuove attività imprenditoriali, tutela e sostenibilità ambientale, valorizzazione della componente formativa di nuove competenze e professionalità, della partecipazione e della co-decisione dei termini progettuali previsti. Per mettere tutti nelle condizioni di saperne di più e poter valutare in futuro le modalità eventuali con cui prendere parte al processo di valorizzazione del quartiere, l’Amministrazione comunale invita i cittadini residenti in forma singola e associata, le scuole, le imprese e i professionisti nel settore dell’edilizia e della sostenibilità ambientale, le banche e gli enti creditizi, a partecipare alla fase progettuale della “manifestazione pubblica di interesse” che sarà avviata nei prossimi giorni con modalità opportunamente pubblicizzate. Le adesioni pervenute costituiranno parte integrante della documentazione allegata al progetto e renderanno gli autori interlocutori privilegiati dell’Amministrazione comunale nelle fasi realizzative del progetto stesso. «Non v’era dubbio ” afferma il sindaco Alessandri – che attorno alle particolarità del centro storico, a quelle stratificazioni edilizie, sociali, generazionali ed identitarie che lo contraddistinguono e che rendono così eterogeneo e particolare il suo equilibrio strutturale, dovesse essere avviato un dibattito ed una analisi quanto più approfondita possibile. Lo abbiamo fatto, coerentemente con i nostri impegni di governo, onorando le istanze che da residenti e operatori sono giunte con puntuale sollecitudine. Oggi siamo in grado di proporre un programma integrato di intervento in grado di incidere profondamente e portare risultati significativi in termini di miglioramento della qualità della vita. Un programma, il nostro, che contiamo di realizzare indipendentemente dagli esiti del bando provinciale ma che, certamente, nel caso in cui il nostro Comune risultasse vincitore, vedrebbe enormemente ottimizzati i suoi tempi di compimento».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION