MONTEROTONDO: Una rete per la formazione permanente e il lavoro


Coordinare e promuovere iniziative in favore della formazione scolastica e permanente, dell’orientamento e dell’inserimento nel mondo del lavoro, della conoscenza scientifica, dello sviluppo sociale ed economico del territorio. E’ l’obiettivo della Rete, costituita dall’Amministrazione comunale, dal Consorzio Area Industriale di Monterotondo, dalle Scuole secondarie del territorio, dal Centro per l’impiego e dalle unità operative di Monterotondo e Montelibretti del Consiglio Nazionale Ricerche, che sarà formalizzata il 29 aprile prossimo con la sottoscrizione comune del relativo protocollo d’intenti.

Ognuno dei partner contribuirà, per quanto di sua competenza, affinché si strutturi e si potenzi un sistema integrato, imperniato nel lavoro di un gruppo di lavoro permanente, che contribuisca ad interfacciare il mondo della scuola a quello delle imprese e della ricerca scientifica, orientando scelte scolastiche e formative, organizzando stage e tirocini formativi presso le imprese del territorio, proponendo esperimenti di forme d’alternanza scuola-lavoro, proponendo e organizzando corsi di formazione anche a distanza e visite guidate nelle aziende e nei Centri di ricerca, elaborando analisi dei fabbisogni formativi e occupazionali del territorio e studi di fattibilità per la costituzione di nuovi soggetti delegati ad erogare percorsi di alta formazione, promuovendo politiche permanenti di formazione continua sul modello del lifelong learning, la riqualificazione personale e professionale continua, predisponendo infine progetti finanziabili attraverso la partecipazione a bandi pubblici.

duomo_Monterotondo

«La sottoscrizione del protocollo – afferma il sindaco Alessandri – avvia la realizzazione di quello che può senz’altro definirsi un vero e proprio sistema integrato di marketing territoriale, secondo precisi indirizzi compresi nel programma di governo della nostra Amministrazione comunale. Soggetti d’eccellenza del panorama locale mettono infatti in rete energie ed esperienze, coordinate in un’unitarietà strategica che è tanto di metodo quanto d’obiettivo. Da un lato s’intende valorizzare le esperienze di studio, attraverso rapporti organici tra i flussi di conoscenze ancora impegnati o in uscita dalla scuola ed i centri di ricerca, i poli d’impresa, le attività logistiche, dall’altro si creano le condizioni per un aumento di competitività di questi stessi soggetti produttivi attraverso programmi congiunti di indirizzo e valorizzazione della componente umana. Obiettivo di tutti è quello di rispondere, ragionando ed operando in rete e quindi in maniera concreta ed efficace, alla gravissima crisi economica ed occupazionale di questi anni».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION