MONTEROTONDO: Tutti i numeri dell’Estate Eretina 2012: bilancio più che positivo

E’ un bilancio più che positivo quello dell’Estate Eretina 2012. A poco più di un mese dal termine della rassegna, l’Assessorato e l’ICM, l’Istituzione Culturale Monterotondo, tracciano un rendiconto della più rilevante manifestazione culturale dell’anno, evidenziando la qualità della proposta artistica, l’ottimo riscontro in termini di presenze ottenuto e la perfetta gestione tecnico-amministrativa dell’edizione di quest’anno.

I numeri, intanto, pubblicati sul sito dell’ICM e già decisamente eloquenti: 70 eventi tra concerti, spettacoli teatrali, rassegne gastronomiche, proiezioni cinematografiche, spettacoli per bambini, incontri culturali, danza e molto altro ancora, che hanno animato 37 giornate/serate e registrato qualcosa come 14.700 presenze complessive, a fronte di un budget generale di circa 60mila euro che, alla luce della durata della manifestazione, del richiamo particolare e del successo di alcuni appuntamenti nonché del gradimento generalizzato espresso dal pubblico, può senz’altro configurarsi come un investimento adeguato.

«Siamo particolarmente soddisfatti – afferma l’assessore alla Cultura Riccardo Varone – intanto perché l’edizione di quest’anno ha confermato un livello artistico consono alle migliori tradizioni dell’Estate Eretina, in grado di coniugare l’offerta di artisti di livello nazionale a proposte che valorizzano la produzione culturale locale. Inoltre, ed è questa la novità principale di quest’anno, abbiamo avuto modo di verificare i benefici della gestione affidata all’Istituzione culturale, rivelatasi, come nelle aspettative, più dinamica e funzionale. Tempistiche e modalità di lavoro sono risultate decisamente più semplici e veloci rispetto al passato, sia nella fase di progettazione e pianificazione, sia in quella dello svolgimento della manifestazione, sia, in conclusione, in quella di rendicontazione e saldo delle spettanze».

«Era la prima volta che l’ICM si confrontava con l’Estate Eretina – conferma il presidente del Consiglio d’amministrazione dell’ICM Anna Rita Micheli – la rassegna più rilevante e quindi impegnativa dal punto di vista organizzativo e gestionale. Credo che il lavoro sia stato all’altezza delle aspettative. Un dato che mi sembra significativo, al di là del gradimento del pubblico comunque lusinghiero, è che a poco più di un mese dalla conclusione della rassegna abbiamo già provveduto a liquidare tutte le fatture, sia per le prestazioni artistiche, sia per quelle tecniche. Un bilancio positivo nella sua interezza, quindi, senz’altro frutto della particolare dinamicità operativa assicurata dalle norme al nostro ente gestionale ma anche, lo sottolineo, della perfetta sintonia instauratasi sin dal momento dell’insediamento tra tutti i componenti del Consiglio di amministrazione e tra il Consiglio stesso e l’Amministrazione comunale, in particolar modo l’Assessorato alla Cultura».

«Il più che positivo bilancio dell’Estate Eretina – conclude il sindaco Alessandri – conferma che la scelta di puntare sull’Istituzione culturale e, attraverso questa, avviare una gestione più dinamica dei servizi culturali, considerati non accessori ma piuttosto centrali e strategici nel quadro di una più complessa azione politico-amministrativa volta a migliorare la città nel suo complesso, sta dimostrandosi decisamente indovinata. A nome dell’Amministrazione comunale un ringraziamento sincero al Consiglio d’Amministrazione e a tutto il personale dell’ICM per l’ottimo lavoro svolto».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION