MONTEROTONDO: Scuole chiuse per il funerale del Papa

Scuole di ogni ordine e grado chiuse, domani 8 aprile 2005, su tutto il territorio comunale di Monterotondo.
La disposizione, oggetto di una specifica ordinanza firmata dal Sindaco Lupi, si e’ resa necessaria alla luce di valutazioni oggettive sugli effetti che la straordinarieta’ dell’evento dei funerali di Papa Giovanni Paolo II potra’ avere sulla normale attivita’ didattica.
I Dirigenti scolastici, infatti, hanno fatto pervenire al Comune comunicazioni riguardo i gravi disagi che potrebbero verificarsi per l’impossibilita’ del personale docente e non docente, per lo piu’ proveniente da Roma, a raggiungere le sedi di servizio a causa della completa chiusura del traffico ordinata dalla Prefettura.
La societa’ CIR, affidataria del servizio mensa per le scuole del territorio, che ha sede nel Comune di Roma, ha inoltre comunicato che, a seguito dell’adozione del blocco della circolazione, sara’ impossibilitata a garantire la fornitura di pasti.
A rafforzare la necessita’ della chiusura delle scuole, inoltre, sono state le ulteriori considerazioni circa la straordinarieta’ dei flussi di traffico che interesseranno anche il territorio comunale e delle misure atte a garantire l’ordine pubblico.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION