MONTEROTONDO: Officine culturali

La Cooperativa Sociale FOLIAS si occupa da anni di promozione della cultura e della partecipazione giovanile, di promozione sociale sui territori in cui opera, utilizzando l’arte in ogni sua forma, come strumento di espressione e di miglioramento della qualità della vita. Attraverso la partecipazione ad un bando (Legge 32/’78) dell’Assessorato alla Cultura Sport e Spettacolo della Regione Lazio,la Cooperativa FOLIAS, ha ottenuto un finanziamento per realizzare la seconda edizione dell’Officina Culturale Perturbazioni nel territorio della Provincia di Roma (Monterotondo, Mentana, Fontenuova e Guidonia) e della Provincia di Rieti (Montopoli di Sabina, Bocchignano, Gavignano e Cantalupo).

Perturbazioni intende continuare ad essere un laboratorio aperto alla cittadinanza, un laboratorio che possa, attraverso i diversi linguaggi dello spettacolo e delle diverse espressioni artistiche, rappresentare un’occasione per capire, produrre e promuovere la creatività giovanile nelle sue diverse forme. Concerti, spettacoli teatrali, mostre, installazioni artistiche, teatro di strada, danza, fotografia, video, workshop,
Alcuni degli eventi sono già stati programmati in fase progettuale, altri prenderanno forma in corso d’opera a seconda delle suggestioni e degli stimoli che i giovani dell’Officina e dei Centri Giovanili sapranno esprimere.
Tra gli eventi programmati ne citiamo alcuni:
Sabato 20 dicembre 2008 Monterotondo Auditorium “Scardelletti” a Monterotondo Scalo
Festa di inaugurazione dell’officina/laboratorio culturale di Monterotondo:
“30 anni dalla legge Basaglia”
Incontro spettacolo di musica e parole con Simone Cristicchi
Proiezione del cortometraggio “Lettere dal manicomio” con Gigi Proietti, Claudia Pandolfi e Simone Cristicchi
Spettacolo musicale “io clown-te down” con gli Ottavo padiglione (Bobo Rondelli) e i 20 ragazzi «diversamente abili» dell’Anffas di Livorno.

Laboratori di cinema
Tutti e cinque i territori (Monterotondo, Mentana, Fonte Nuova, Guidonia e Montopoli) avranno l’opportunità di confrontarsi sul tema dei conflitti con un laboratorio dal titolo “Perturbazioni di Pace” dedicato a giovani interessati a approfondire la conoscenza del linguaggio comunicativo del cinema.

Incontri seminariali di progettazione partecipata finalizzati alla condivisione del progetto di Officine Culturali con la rete dei giovani che partecipano alle attività dei Centri di Aggregazione.

Laboratori intergenerazionali
Il titolo dei laboratori è “Il futuro e l’uomo nero” e nasce dalla constatazione di una radicata mancanza di dialogo tra generazioni e dal desiderio di affrontare in modo adeguato l’approccio intergenerazionale.
Nello specifico potranno essere attivati:
Laboratorio di Teatro/Narrazione
Laboratorio Musicale
Laboratorio Fotografico
Laboratorio interdisciplinare

Laboratorio teatrale
Il laboratorio è rivolto a giovani dei territori dell’Officina Culturale Perturbazioni; si svilupperà da gennaio a giugno 2009 e sarà condotto da Giovanna Mori. Il laboratorio sarà finalizzato alla scrittura e la messa in scena di uno spettacolo originale.

Per ulteriori informazioni:
Cooperativa FOLIAS: 0690085620

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION