MONTEROTONDO: La voce dei cittadini nel Bilancio comunale

Si terrà  oggi pomeriggio alle 18, presso il parco giochi di Piedicosta in via Monte Pelmo, il primo dei cinque incontri pubblici in cui si articola la fase assembleare  di “Metti la tua voce in Bilancio”, progetto di bilancio partecipato promosso dall’Amministrazione comunale per l’annualità ’09-’10 in collaborazione con le cooperative sociali Folias, Iskra e Il Pungiglione.

L’obiettivo è quello di raccogliere il parere dei cittadini (almeno del 10% della popolazione residente) su come impiegare una parte delle risorse economiche comunali, definendo un ordine di priorità tra un elenco di ambiti di bilancio proposto dal Comune: dall’informazione/formazione sulla raccolta differenziata ai servizi per l’infanzia o per gli anziani, dalla manutenzione di strade e marciapiedi alla valorizzazione del centro storico o delle periferie, dalla valorizzazione di parchi e giardini ad iniziative culturali e così via.

I cittadini potranno esprimersi compilando un questionario. Al termine del progetto l’ambito più “votato” beneficerà di uno stanziamento aggiuntivo pari a 300mila euro nel bilancio 2010.

Nel corso delle assemblee (3 dicembre al “Cantiere” via Aldo Moro; 10 dicembre Centro socio-educativo via don Milani; 16 dicembre Centro anziani parco ex Onmi; 7 gennaio Centro per le famiglie via Sardegna) verranno illustrati i meccanismi di funzionamento del progetto e sollecitati i cittadini intervenuti a farsi parte attiva, promuovendo la compilazione dei questionari all’interno delle proprie “reti” di riferimento. Parallelamente saranno installate quattro postazioni elettroniche (biblioteca comunale, Urp Palazzo Orsini, Urp Scalo, Pro Loco in viale Buozzi) fornite dalla Regione che consentiranno ai cittadini di rispondere al questionario attraverso il touch screen.

“Con questa esperienza ” dichiara l’assessore alla Partecipazione Anna Foggia ” intendiamo innanzitutto stimolare il senso di responsabilità dei cittadini verso le scelte di interesse pubblico, ricavando al contempo indicazioni preziose per una ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse economiche a disposizione. Lavorare sulla partecipazione vuol dire “democratizzare” la democrazia,  promuovere il benessere, la qualità della vita, perché si fa comunità, si fa rete sociale e, in definitiva, si vive meglio”.

“Metti la tua voce in Bilancio” si concluderà nel mese di febbraio, quando è previsto il cosiddetto “Evento di restituzione” durante il quale saranno illustrati i risultati del progetto e fornita una loro valutazione.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION