MONTEROTONDO: Giuseppe Iannuzzi nuovo tecnico della B1

Sarà Giuseppe Iannuzzi il prossimo allenatore della squadra femminile del Monterotondo Volley. Neppure il tempo di accantonare il campionato appena concluso, che la dirigenza del Monterotondo Volley si sta impegnando con entusiasmo e determinazione nel lavoro di programmazione per la prossima stagione. Il primo tassello, per l’appunto, è l’ingaggio di Giuseppe Iannuzzi come responsabile della squadra che nella prossima stagione dovrà difendere i colori della blasonata società di Monterotondo, nel campionato nazionale di serie B1 femminile. All’esperto tecnico romano, capace di vincere due campionati nazionali nei suoi tanti anni di militanza nella pallavolo, è affidato il compito di allestire, coadiuvato dallo staff tecnico e dirigenziale, una squadra che possa ben figurare nel difficile campionato di serie B1 femminile, per aprire un ciclo di lavoro partendo da quanto di buono fatto in passato e proseguendo con l’innesto di atlete valide e motivate che possano rappresentare ed identificare il nuovo progetto sportivo. Oltre alla composizione della squadra, Iannuzzi e lo staff dirigenziale del Monterotondo Volley, stanno allestendo lo staff tecnico che lavorerà a questo progetto; al momento faranno parte dello staff Emanuele Mori, che già nella passata stagione ha collaborato col Monterotondo Volley e che nella prossima stagione sarà il secondo di Iannuzzi. Farà parte del Monterotondo Volley anche il team manager Carlo Di Muzio che da anni collabora con Iannuzzi. E’ allo studio dello staff tecnico un progetto volto allo sviluppo della pallavolo femminile giovanile nel territorio; una volta pronto questo progetto verrà sottoposto all’analisi del Monterotondo Volley e una volta delineato e concordato, verrà illustrato e divulgato. Caricato al massimo il nuovo tecnico, che spiega i motivi che lo hanno spinto ad arrivare in terra eretina: “Le ragioni di questa scelta sono semplici ” esordisce Iannuzzi – La società ha un blasone unico nel Lazio. È un onore per me sedermi su una panchina dove sono passati allenatori importanti. La storia di questa società non la devo spiegare di certo io. Inoltre ho grandi motivazioni personali. Dopo l’anno di pausa ho una voglia incredibile di tornare in palestra e di respirare nuovamente l’aria del campionato.” Sono già cominciati i lavori per la costruzione della rosa 2009/2010: che tipo di squadra avete in mente? “In prima cosa bisognerà creare una squadra che può competere su ogni campo. Come caratteristiche principali, l’idea è quella di regionalizzare al massimo la rosa, nei limiti ovviamente. Non bisogna poi perdere di vista il fattore età ma chiaramente la formazione andrà puntellata da elementi di spessore e di livello.” Iannuzzi sarà ancora in palestra questa settimana prima dello stop per le vacanze estive “Cominceremo la preparazione il 24 agosto” conclude il tecnico.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION