MONTEROTONDO: Decoro urbano: serve maggiore senso civico

Tolleranza zero nei confronti della mancanza di senso civico. La dichiara il sindaco Alessandri, annunciando prossime misure in favore del decoro e della pulizia urbana anche attraverso l’intensificazione dei controlli e l’inasprimento delle sanzioni previste nei confronti di chi sporca, imbratta edifici o elementi di arredo urbano, abbandona indiscriminatamente rifiuti o non rimuove le deiezioni del proprio cane dalle strade.

“Bisogna assolutamente recuperare un maggior senso di responsabilità nei confronti del decoro e della pulizia urbana – afferma il sindaco – Monterotondo non è una città più sporca di altre ma è comunque intollerabile vedere rifiuti domestici abbandonati nei cestini pubblici, deiezioni canine sui marciapiedi, scritte sui muri, carte e cartacce gettate per strada con colpevole disinvoltura”.

Comportamenti deprecabili che tra l’altro sminuiscono il senso dei recenti investimenti finalizzati a migliorare il volto della città, come le ristrutturazioni di via Matteotti, della Passeggiata, del parco della Rimembranza e dell’anello intorno al parco del Cigno. “Interventi importanti e preziosi – prosegue il sindaco –  che devono essere però custoditi responsabilmente da tutti i cittadini, altrimenti l’indecenza finisce col prevalere vanificando sforzi e investimenti “.  
E proprio al senso di responsabilità dei cittadini che il sindaco si rivolge lanciando un appello “al buon senso, alle elementari norme di civile convivenza, all’intelligenza e all’attaccamento alla città dei monterotondesi vecchi e nuovi. Perché è evidente che problemi come questi non possono essere risolti solo con sistemi repressivi e che sono i processi educativi, soprattutto legati all’aumento del senso civico comune, quelli che, per quanto lunghi e difficili da attuare, garantiscono una semplice eppure imprescindibile presa di coscienza: sta cioè ad ognuno di noi, nessuno escluso, contribuire in maniera significativa al miglioramento della qualità della vita in città”.

A tale proposito l’Amministrazione comunale sta lavorando al lancio di specifiche campagne di sensibilizzazione, sulla scorta di quelle avviate negli anni scorsi.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION