FONTE NUOVA: Debito con la Sapienza, il Comune affida l’incarico al Prof. Cesare Massimo Bianca

Nell’ultimo Consiglio comunale di Fonte Nuova lo stesso Consiglio ha dato mandato al sindaco Di Buò di ascoltare diversi pareri legali per capire se ci sia margine per muovere il ricorso contro la divisione dei debiti, operata dalla Giunta regionale, tra i Comuni di Mentana e Fonte Nuova, contratti con l’università “La Sapienza” di Roma nella vicenda dell’ex clinica Madonna delle Rose.

“Riscontrato – si legge nella determina – puntualmente che all’interno dell’organizzazione e dell’organico a disposizione del Comune di Fonte Nuova non sono presenti figure professionali idonee allo svolgimento dell’incarico in oggetto, anche perchè allo stato attuale non è presente ne il Servizio Legale ne l’Avvocatura Comunale e che in relazione alla specificità delle questioni di diritto e di fatto sottese alla delibera della Giunta Regionale del Lazio n. 1009 del 23.12.2009 per la loro natura tecnica richiedono il parere di un legale esperto nella materia”, è stato incaricato il Prof. Cesare Massimo Bianca alla redazione del parere pro ” veritatae relativo alla problematica del debito.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION