Finalmente aperta la Nomentana bis


Da venerdì 14 dicembre la Nomentana bis è aperta al transito automobilistico lungo l’intero percorso dalla località di Capobianco, nel territorio di Roma, fino all’inizio del centro abitato di Torlupara, nel comune di Fonte Nuova.

La nuova infrastruttura, lunga 4 km, finanziata con circa 20 milioni di euro dall’Amministrazione provinciale, è stata inaugurata dal presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e dall’assessore alla Viabilità, Marco Vincenzi.

Presenti alla cerimonia, i sindaci di Fonte Nuova, Graziano Di Buò, di Guidonia Montecelio, Eligio Rubeis e di Mentana, Altiero Lodi.

La Nomentana bis si presenta come una moderna arteria, alternativa all’attuale tratto della Nomentana caratterizzato fino ad oggi da ingorghi quotidiani a tutte le ore del giorno, in particolare in prossimità dei centri abitati di Parco Azzurro, Colleverde e Tor Lupara.

La nuova strada, quindi, libera questi quartieri dalla morsa del traffico – circa 20mila mezzi al giorno tra automobili e camion – che nelle ore di punta costringeva gli automobilisti a sopportare file estenuanti superiori anche a 40 minuti.

nombis

Inoltre, la Nomentana bis dà un contributo determinante nel miglioramento dei collegamenti tra la Capitale e i residenti dell’area sabina, un bacino demografico cresciuto notevolemente negli ultimi anni fino a raggiungere circa 250mila abitanti.

Larga 7 metri, 3,5 metri per ogni senso di marcia, l’arteria stradale ha due svincoli in corrispondenza di via Monte Bianco e di via Tor S. Antonio e attraversa la zona del Villaggio Betania in galleria (Colle Gentile) realizzata per ridurre l’occupazione dei terreni e attenuare i rumori in prossimità del centro abitato. Sono stati costruiti, inoltre, 3 viadotti, una galleria artificiale, 3 rotatorie, 3 sottopassi e 3 sottovia.

Non sono mancate le polemiche. “Si è veramente toccato il fondo della propaganda: Zingaretti strumentalizza l’inaugurazione della Nomentana Bis per la sua personale campagna elettorale – afferma Francesco Petrocchi, consigliere provinciale di Roma del Pdl – il presidente e il suo assessore Vincenzi hanno addirittura rivendicato, come frutto della propria esclusiva azione, il finanziamento, la progettazione e la realizzazione dell’opera. Ciò è assolutamente falso. Infatti, il finanziamento e la progettazione della Nomentana Bis sono state decise e realizzate dalla Giunta di centrodestra, capeggiata dall’allora presidente Moffa, tra il 1999 ed il 2002. Zingaretti si è limitato ad eseguire l’esecuzione dei lavori, ma evidentemente in campagna elettorale la memoria è corta. Inoltre, va detto che la Nomentana Bis, seppur opera importante, non risolve i problemi del traffico e di collegamento con Roma. Avevamo e abbiamo proposto con forza in questi anni il prolungamento della stessa, ma l’amministrazione Zingaretti non lo ha fatto. Avevamo chiesto, presentando emendamenti in Consiglio provinciale, di realizzare un cavalcavia e un viadotto dove la strada incrocia la Palombarese, ma l’amministrazione ha bocciato anche questa nostra proposta. Il rischio è che il traffico non venga eliminato ma soltanto spostato di luogo. Comprendo anche che lo stesso Zingaretti, data l’inconcludenza di questi suoi cinque anni da presidente della Provincia di Roma, debba necessariamente accontentarsi di inaugurare opere progettate e finanziate da altri”.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION