Addio al regista Giancarlo Zagni.


“Stamattina in mia presenza all’alba del primo giorno di primavera mio padre Giancarlo Zagni si è serenamente separato da noi. Rimarrà presso camera mortuaria del Nomentana Hospital fino alle 13.30 di domani 22 marzo quando sará trasferito al Cimitero Ebraico di Prima Porta (cimitero Flaminio) per le esequie in rito ebraico che avverranno alle ore 14.30”.

In questo modo Gabriel Zagni, il figlio, ha annunciato la morte del padre Giancarlo: grande uomo, ottimo artista, validissimo regista, teatrale e cinematografico.

Basta andare sulla pagina Wikipedia dedicata a Giancarlo per leggere una piccolissima parte del suo lavoro. Cortometraggi, videoclip (tra cui un video per Antonello Venditti in cui coinvolse i ragazzi del Liceo Classico Orazio di Monterotondo), circa 300 servizi in cinegiornali; spot pubblicitari, sono solo alcuni dei suoi innumerevoli lavori. Oltre ad aver diretto La bellezza di Ippolita e Testa di rapa con Gigliola Cinquetti, Giancarlo ha anche vinto un Oscar con “Ten to survive” (film TV ideato e prodotto, dedicato all’UNICEF).

giancarlo-zagni-regista-mentana

Importante sapere anche quello che Giancarlo ha fatto per Mentana, cose che sembrano ora fantascienza, figlie di un passato lontanissimo in cui si poteva coniugare qualità, cultura, storia e spettacolo. Opere come la rappresentazione storica del Carlo Magno, che Giancarlo avrebbe sempre voluto rimettere in scena ma il disinteresse dell’amministrazione comunale non ha mai permesso, o le rappresentazioni tratte da Shakespeare.

Noi lo vogliamo ricordare a modo nostro, presentando un suo film. Il film è La bellezza di Ippolita, del 1961, interpretato da Gina Lollobrigida ed Enrico Maria Salerno. Un film delizioso e ironico:

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION

Comments

  • Mauro 15 giugno 2014 at 16:24

    Grandissimo regista che conobbi tramite un mio caro amico una 15 di anni fa persona umile e sincera ,un caro abbraccio a tutta la famiglia

    Reply