“Carta Straccia” all’OFFOFF Theatre: tra gli applausi e i sorrisi degli ospiti c’è anche Alessandro Gassman

L’atmosfera in Via Giulia ha già il sapore e i colori del Natale che sta arrivando, un’aria di festa che pervade i locali dell’OFFOFF Theatre sin dal secolare selciato all’ingresso, dove sostano gli amici di Pino Strabioli e Sabrina Knaflitz, giunti numerosi insieme al pubblico pronto ad assistere allo spettacolo Carta Straccia di Mario Gelardi, ultima fatica interpretativa di Strabioli che ha debuttato a Roma in coppia inedita con Sabrina Knaflitz e con la divertente presenza del giovane Barnaba Bonafaccia, vero e proprio adone da palcoscenico.

Una prima lunga due giorni, iniziata nella serata del 27 e conclusasi il 28 novembre, per due serate all’insegna di grandi applausi e ampi sorrisi.

Per oltre un’ora il divertissement, voluto e apprezzato dal direttore artistico Silvano Spada e che sarà in scena fino al 9 dicembre, racconta del 1968 e di quell’aria di rivoluzione che spazzava via le tradizioni a colpi di trasgressioni.

Un vento di novità che però non oltrepassa le quattro mura in cui sono operativi i due artigiani della carta, Agostino affascinato da Patty Pravo e dalla sua musica così innovativa e Teresa, artista incompresa dalla carriera mai decollata.

I due fratelli sono due non fratelli che hanno a loro volta anche una sorella (astra, puntalizzano i due), figlia di un padre che cambiava consorte a ritmo quotidiano e lasciava figli sparsi sulla sua strada. Così, dal passato sopraggiunge un nipote che li riporta nel presente.

E’ Remo, bello e aitante, che giunge a Roma dal paesino, desideroso di mordere la vita e farla assaggiare anche ai suoi due zii che della vita ben poco sanno, rimanendone esclusi e chiusi nella loro quotidianità. Così, dall’esterno, irrompe la rivoluzione sessantottina, in modo leggero e sulle note di un’immortale Ragazza del Piper.

Applausi per Pino e i suoi omaggi recitativi ad Aldo Palazzeschi e Paolo Poli, nonché per quelli canori al Leone di Venezia, ma anche per la Knaflitz luminosa ed in perfetta sintonia con Strabioli e, per il giovane Barnaba, che convince non solo per la sua indiscutibile prestanza fisica.

In tanti gli amici illustri giunti nella due giorni, da Alessandro Gassman che si congratula con la moglie per la nuova avventura teatrale.

Si vede anche la coppia Paola Saluzzi e Gabriele Romagnoli. Dalle prime gli applausi delle attrici e grandi doppiatrici Paila Pavese e Ludovica Modugno, seguite da Lella Bertinotti, Rosanna Cancellieri e Drusilla, insieme alla coppia Laura Lattuada e Domenico Federici. Il direttore di Rai3 Stefano Coletta, che fresco di conferma, riceve i complimenti di Pino dal palco al termine dello spettacolo. E ancora, il giornalista Giovanni Anversa insieme a Maurizio Prenna, con di seguito Orsetta e Ninni De Rossi, Pino Ammendola e ancora le attrici Ilaria Borrelli, Elena Russo, Sarah Maestri, Roberta Garzia con il suo adorabile Lupin, il conduttore Marco Di Buono e poi Alma Manera insieme al creativo Francesco Forte. I giovani attori Alberto Melone, Riccardo Pieretti, Fabio Vasco e Valeria Nardella insieme ai registi Daniele Falleri e Giovanni Franci, seguiti dal produttore Cristiano Cucchini che si congratula con Barnaba. Si vedono anche l’autrice Annarita Landi insieme al makeup artist Ivan Amaniera.

Prima dello spettacolo il direttore Silvano Spada saluta l’attore Francesco Montanari, presto di nuovo in scena in coppia con l’amico Alessandro Bardani, con il fortunato spettacolo La Più Meglio Gioventù.

Foto: Giovanna Onofri / Cosimo Sinforini

About the author

Segnala, commenta, fotografa, videodenuncia, videosegnala, polemizza, inviaci complimenti e/o insulti alla mail info@sitopreferito.it

Related

JOIN THE DISCUSSION