TIVOLI: Villa Gregoriana, il sindaco incontra i lavoratori

Il Sindaco Gallotti a Villa Gregoriana

Il Sindaco Gallotti a Villa Gregoriana

Il sindaco di Tivoli Sandro Gallotti ha incontrato questa mattina i nove lavoratori di CoopCulture (già Pierreci-Codess) che questa mattina hanno organizzato un sit-in di protesta davanti l’ingresso del Parco Villa Gregoriana. Al centro della contestazione la disdetta da parte del Fai del contratto di appalto di servizi con la cooperativa dove hanno prestato lavoro i nove giovani.

“La settimana prossima incontrerò qui a Tivoli la responsabile Area beni del Fai Paola Candiani e il responsabile Risorse umane del Fai Emilio Paccioretti – ha dichiarato il sindaco Gallotti -. Ho già avuto rassicurazioni sul fatto che verranno visionati i curricula per valutarne competenze e professionalità. Non è mai facile affrontare situazioni che mettono a rischio posti di lavoro, soprattutto di questi tempi, ma penso che in questo caso possa essere considerata l’opportunità di garantire una continuità del servizio che per anni ha interessato la gestione delle attività a Villa Gregoriana”.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION