TIVOLI: Operazioni in banca con documenti falsi: arrestata

Questa volta A.M., 22enne originaria di Napoli non l’ha fatta franca. E’ stata segnalato alla stazione carabinieri di Tivoli Terme che una giovane donna si era recata in una banca di Villa Adrina di Tivoli chiedendo di poter compiere alcune operazioni bancarie che poi non effettuava, il personale insospettito dal comportamento della giovane procedevano a segnalare il tutto ai Carabinieri. Dopo circa un’ora perveniva un’altra segnalzione simile, questa volta da un istituto di credito del centro di Tivoli. Dalle due segnalazione emergeva che la donna si era presentata con generalità diverse. A questo punto sono subito scattate le ricerche da parte delle pattuglie dei carabinieri. Acquisite le informazioni presso le due banche dopo circa ora hanno localizzato la donna nei pressi della fermata di un autobus nel comune di Tivoli. Al momento del controllo la giovane forniva ai militari operanti false generalità e poi veniva trovata in possesso di un documeto di identità falso.  A.M. è stata accompagnata in caserma ove è stata trattenuta in attesa di essere sottoposto con il rito direttissimo da parte della Autorità Giudiziaria di Tivoli.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION