TIVOLI: Nel corso delle festività natalizie arrestate quattro persone

Intensificati i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Tivoli durante le festività del Santo Natale. Nel week end i militari hanno eseguito una vasta operazione di controllo su tutto il territorio di competenza, al fine di verificare il rispetto dei provvedimenti restrittivi della libertà personale, quali gli arresti domicialiari, e per la ricerca di catturandi.
Il bilancio è di quattro persone arrestate.

Il primo a finire in manette, la sera del 24 dicembre, un 53enne, cittadino romeno, già conosciuto ai militari operanti per le sue vicende giudiziarie. Una pattuglia della Stazione Carabinieri di Tivoli lo ha arrestato nei pressi della sua abitazione, ubicata nel centro della cittadina tiburtina, poiché colpito da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dall’Autorità Giudiziaria romena. Lo straniero era stato condannato alla pena di tre anni e sei mesi di carcere per offesa al buon costume, turbamento dell’ordine pubblico, privazione illecità della libertà, violazione di domicilio ed estorsione.

Sempre nella stessa serata, in località Settecamini, i militari della locale Stazione hanno arrestato un 40enne, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Tivoli per violazione della norme che disciplinano l’immigrazione. I militari lo hanno raggiunto nella sua abitazione, già conosciuto alle forze dell’ordine, per notificargli il provvedimento restrittivo.
Entrambi gli arrestati dopo le formalità di rito sono stati associati nel carcere di Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La sera di Natale, invece, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Tivoli Terme ha arrestato un 31enne cittadino eritreo già sottoposto agli arresti domiciliari. L’uomo è stato bloccato mentre stava rientrando a casa dopo esserne uscito senza autorizzazione.

Infine, nel pomeriggio di Santo Stefano, i militari della Stazione di Settecamini hanno arrestato un 27enne cittadino italiano, poiché colpito da ordine di custodia cautelare in carcere emesso dall’Autorità Giudiziaria di Roma per la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura degli arresti domiciliari, cui lo stesso era stato sottoposto in località Ponte di Nona per il reato di rapina. Il 27enne è stato trasferito nel carcere di Rebibbia.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION