RIETI: Quattro spettacoli per un teatro

Dal 16 ottobre al 27 novembre 2010, presso il Teatro del Complesso di San Bernardino, in piazza Lauretana 3, a Toffia (Rieti), si svolgerà la seconda edizione della Rassegna “4 spettacoli per un teatro”. Anche quest’anno il teatrino di Toffia ritornerà a vivere in modo tuttaltro che banale, grazie alla collaborazione fra l’Officina Creativa 33 e l’Officina Culturale della Bassa Sabina diretta dal Teatro delle Condizioni Avverse.

Questo il programma:

16 ottobre – – ore 21.00
Veglia d’amore e di vino – Teatro delle Forme (Torino)

30 ottobre – – ore 21.00
Prima regola: non essere salvata [burning antigone] – AKR teatro (Roma)

13 novembre – – ore 21.00
Tele Momò Live – di e con Andrea Cosentino

27 novembre – ore 21.00
Bucefalo, il pugilatore, di e con Alessio Di Caprio

Per informazioni è possibile contattare il numero 0765 326169, oppure scrivere a 33officinacreatuva@gmail.com
Ingresso gratuito
A fine spettacolo, per chi vuole, cena a libera sottoscrizione

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION