RIETI: Concorso fotografico “La poesia della natura”

L’associazione di volontariato ambientale “Inachis” -sezione di Rieti- ha emesso il bando per il concorso fotografico “La poesia della natura, immortale nella fotografia”, aperto a tutti, sia fotografi amatoriali che professionisti.
Macchine fotografiche in mano, è tempo di andare in giro per la provincia a trovare paesaggi affascinanti e soggetti particolari da immortalare: il nuovo concorso organizzato da “Inachis” chiede a fotografi di tutti i tipi di mettere in un clic le bellezze naturalistiche del Reatino. La scelta di organizzare proprio ora la competizione fotografica non è casuale: il 2011 è stato infatti decretato dall’Onu “Anno internazionale delle foreste”, progetto nato per mettere in evidenza la necessità di valorizzare la ricchezza e l’importanza dei boschi e della Terra.
Tre le sezioni in cui il concorso è suddiviso: paesaggi, fauna, macro. Ogni partecipante ha la possibilità di presentare un massimo di tre fotografie, distribuite a piacimento nelle tre categorie.
Occorre iscriversi tramite email, inviando dati personali e le fotografie scelte per partecipare. Il costo di partecipazione è di 5 euro e c’è tempo per iscriversi fino al primo ottobre. Tutte le foto saranno poi oggetto della mostra “La poesia della natura, immortale nella fotografia”, che sarà allestita a Palazzo Dosi con inaugurazione fissata per il 9 ottobre alle 18,30. Una giuria, composta da fotografi professionisti locali, selezionerà le immagini vincitrici. In premio ci sono buoni spendibili in negozi di fotografia della città; previsto anche il Premio del pubblico.

L’associazione di volontariato ambientale “Inachis” -sezione di Rieti- ha emesso il bando per il concorso fotografico “La poesia della natura, immortale nella fotografia”, aperto a tutti, sia fotografi amatoriali che professionisti. Il concorso organizzato da “Inachis” chiede a fotografi di tutti i tipi di mettere in un clic le bellezze naturalistiche del Reatino. La scelta di organizzare proprio ora la competizione fotografica non è casuale: il 2011 è stato infatti decretato dall’Onu “Anno internazionale delle foreste”, progetto nato per mettere in evidenza la necessità di valorizzare la ricchezza e l’importanza dei boschi e della Terra. Tre le sezioni in cui il concorso è suddiviso: paesaggi, fauna, macro. Ogni partecipante ha la possibilità di presentare un massimo di tre fotografie, distribuite a piacimento nelle tre categorie.

Occorre iscriversi tramite email, inviando dati personali e le fotografie scelte per partecipare. Il costo di partecipazione è di 5 euro e c’è tempo per iscriversi fino al primo ottobre. Tutte le foto saranno poi oggetto della mostra “La poesia della natura, immortale nella fotografia”, che sarà allestita a Palazzo Dosi con inaugurazione fissata per il 9 ottobre alle 18,30. Una giuria, composta da fotografi professionisti locali, selezionerà le immagini vincitrici. In premio ci sono buoni spendibili in negozi di fotografia della città; previsto anche il Premio del pubblico.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION