MORLUPO: ‘Un minuto che vale una vita”

Prende il via a Morlupo “Un minuto che vale una vita”, campagna di prevenzione della rottura dell’aneurisma dell’aorta addominale. Tutti i Cittadini sono invitati a sottoporsi a un ecocolordoppler, un esame rapido e indolore, che viene effettuato ambulatorialmente in P.zza Armando Diaz nella sala multiuso dal 12 al 18 Luglio 2010. E’ necessario prenotarsi al numero 06-90195300 o 0690195328, o presentarsi presso l’ufficio Comunale “Ufficio Politiche Sociali”, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 14:00, e il martedì ed il giovedì dalle 15:30 alle 18:00.

L’aneurisma dell’aorta addominale è un problema molto diffuso, e la fascia di popolazione più soggetta è quella costituita dalle persone di sesso maschile oltre i 65 anni. In genere l’aneurisma dell’aorta addominale non dà sintomi fino al momento in cui si rompe: in questi casi rappresenta però un gravissimo pericolo per la vita stessa del paziente. E’ quindi estremamente importante scoprire per tempo gli aneurismi dell’aorta addominale: in questo modo sarà possibile tenerli sotto controllo o intervenire opportunamente per prevenire la rottura.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION