MONTEROTONDO: “SS Gonfalone da difendere senza esitazioni”

«Condivido le considerazioni del consigliere regionale Roberto Buonasorte: chi, in ospedale, nell’Azienda sanitaria o in qualunque altro contesto, continua a sostenere che è meglio chiudere il SS Gonfalone piuttosto che mantenerlo nelle condizioni attuali, pecca d’ingiustizia e intralcia lo sforzo enorme che stiamo facendo per mantenere in vita la nostra indispensabile ed insostituibile struttura ospedaliera».

Così il sindaco Alessandri torna sulla questione del futuro del SS Gonfalone, ancora aperta in attesa di un pronunciamento definitivo da parte della Regione e del Consiglio di Stato.
«Non ero a Monterotondo nei giorni scorsi – prosegue Alessandri – e non ho perciò avuto modo di intervenire in maniera più tempestiva. Lo faccio ora anche perché, mentre pure attendiamo novità che auspichiamo positive, evidentemente certi mormorii continuano a serpeggiare in maniera più o meno palese, facendo balenare il sospetto che nascondano malcelati interessi di natura politica o professionale».

«A costo di ripetermi – conclude – ribadisco che, se l’ospedale sarà salvo come crediamo e confidiamo, il merito sarà di tutti coloro che con l’impegno costante o nei momenti decisivi, per questo si sono battuti, senza classifiche di merito». Considerazioni condivise anche dall’assessore alla Sanità Walter Antonini, il quale si unisce ai ringraziamenti del sindaco «agli operatori ospedalieri, ai vertici sanitari e amministrativi del nosocomio e della Asl, ai rappresentanti istituzionali del territorio, alla moltitudine di cittadini e realtà organizzate che, sin dal primo momento, si sono mobilitate per la difesa della piena operatività del SS Gonfalone».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION