MONTEROTONDO: Sisma in Abruzzo, cordoglio e partecipazione

Monterotondo è vicina e partecipe al dolore dei Comuni abruzzesi colpiti dal sisma.
“Desidero esprimere a nome di tutti i monterotondesi ” afferma il sindaco Lupi – il profondo cordoglio per le vittime e la più commossa partecipazione alle sofferenze di L’Aquila e i Comuni del suo hinterland. La nostra città si sta già adoperando e ancor più si adopererà nei prossimi giorni per prestare soccorso e aiuti. Sappiamo tutti quanto la nostra città sia particolarmente legata all’Abruzzo grazie ai tantissimi nostri concittadini provenienti da quelle terre. Sentiamo perciò particolarmente doveroso il nostro contributo e certamente faremo il massimo per contribuire ai soccorsi e per alleviare le indicibili sofferenze delle popolazioni colpite da questa tragedia immane”.

“Questa mattina una prima squadra della Protezione civile eretina composta da un nove volontari è prontamente partita alla volta dei luoghi della tragedia ed è già operativa nelle operazioni di soccorso. I mezzi in dotazione, due fuoristrada e un furgone, sono equipaggiati con una tenda di primo ricovero per dodici persone, una cucina da campo in grado di produrre 1000 pasti l’ora, un impianto idraulico, generatori di corrente oltre ad un primo stock di derrate alimentari.
Parallelamente sono in corso, ad opera dei Vigili del fuoco e dei tecnici comunali, sopralluoghi in varie zone di Monterotondo per verificare eventuali danneggiamenti ad edifici e strutture. Al momento non è comunque giunta, a riguardo, alcuna segnalazione.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION