MONTEROTONDO: Serie C: andata semifinale play off

Monterotondo Volley ” Libertas Volley Ariccia 3-0
25-19; 25-17; 25-15

Monterotondo Volley: Carchedi 12, Marziale Galanelli 6, Plinio, Lazzarini, Cesarini 6, Antola 10, Bonaccorso (L), Iezzi 10, Minciotti 8, Martinoia, Barbato 1, Casetti. All Guglielmi

Libertas Volley Ariccia: Camilleri 4, Ferrini 4, Di Napoli, Torrano 2, Filonzi 4, Bologna (L), Rossi, Leone 21, Nunziata 2, Andre Luiz. All Lequaglie

Arbitri: 1° Antonella Verrascina, 2° Lorena Diaferia

Il Monterotondo stravince la gara d’andata delle semifinali play off per il passaggio in serie B2 schiantando tre set a zero l’Ariccia dell’ex Lequaglie. Una gara mai messa in discussione con i padroni di casa perfetti in tutti i fondamentali. Grandissima prova in cabina di regia di Marziale Galanelli il quale sembra aver raggiunto la giusta maturità. Al resto ha pensato il pubblico monterotondese, con centinaia di persone sugli spalti ad incitare i gialloblù. Nel primo set, Marziale serve da subito Carchedi per farlo entrare in partita. Sul 4-3, Minciotti piazza il primo muro della sua partita stanando Torrano imbeccato in primo tempo. L’Ariccia passa a condurre 5-7 grazie a tre ace consecutivi di Leone. Il Monterotondo torna subito in parità dopo l’errore di Nunziata. Sul 10-10, Camilleri sbaglia il primo tempo regalando il vantaggio ai gialloblù. Il Monterotondo allunga sul 13-10 dopo l’attacco vincente di Carchedi. L’Ariccia si rifà sotto con il solito Leone (10 punti per lui solo nel primo set), vera anima della squadra. Sul 14-15, Antola viene murato, neanche a farlo apposta, da Leone: 14-16 e time out per Guglielmi. Il Monterotondo torna in campo e pareggia nuovamente i conti per poi mettere la freccia grazie all’ace di Antola. La gara si decide soprattutto dalla linea dei nove metri: sul 19-17 Minciotti piazza un altro ace costringendo Lequaglie ad esaurire i suoi time out. Gli eretini si staccano definitivamente grazie ad un Carchedi in giornata di grazia: il set si chiude 25-19 con il punto finale di Antola. Nel secondo set, il Monterotondo comincia a macinare gioco portandosi sul 10-7 dopo un’alzata funambolica di Marziale concretizzata da Carchedi. Sul 12-7, sale in cattedra Iezzi che con il mani e fuori, la specialità della casa, costringe Lequaglie a chiamare time out. In campo c’è solo il Monterotondo che trova spesso e volentieri il jolly in battuta. Lequaglie esaurisce i tempi a disposizione ma il Monterotondo doppia addirittura gli avversari: 18-9 dopo l’attacco di Antola. Gli eretini accusano un passaggio a vuoto ma chiudono agevolmente 25-17. Nel terzo set parte subito forte il Monterotondo che si porta avanti 4-1. I punti diventano cinque dopo il muro di Marziale, continuo e preciso come non mai in stagione. L’Ariccia sembra disorientata e concede punti ai locali anche piuttosto banali. I gialloblù si rilassano permettendo agli ospiti di accorciare le distanze: sul 13-8, l’Ariccia coglie un parziale di 0-3 con il seguente time out di Guglielmi. La pausa giova agli eretini che staccano nuovamente gli ospiti: 17-12 dopo i punti messi a segno da Antola e Iezzi. Il terzo set non ha storia: il Monterotondo domina e chiude i conti 25-15 con il muro finale di capitan Cesarini. Adesso i gialloblù hanno l’occasione, andando a vincere sabato prossimo al Pala Kilgur alle 19:00, di staccare il biglietto per le finali play off. L’Ariccia è una formazione che si esprime molto bene quando gioca tra le mura amiche: Cesarini e compagni dovranno disputare un’altra gara perfetta e, per riuscirci, avranno dalla loro l’appoggio dei tifosi che seguiranno la squadra in trasferta.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION