MONTEROTONDO: Salaria bis, altri 6 milioni per il prolungamento

Via libera al finanziamento regionale di sei milioni di euro che consentirà di prolungare la Salaria bis, in corso di realizzazione, dalla zona di Piedicosta fino a Fonte di Papa nel Comune di Roma. Lo stanziamento, approvato con delibera della Giunta regionale, va ad aggiungersi agli otto milioni di euro già concessi per il tratto Fonte di Papa-Settebagni ai sensi della legge regionale 16 del 2005.

Il progetto originario della Salaria bis prevedeva l’innesto della nuova arteria solo all’altezza di via Monte Circeo, nel territorio del Comune di Monterotondo. L’Amministrazione comunale espresse già nel 2005 osservazioni circostanziate riguardo l’assoluta priorità di prolungare la strada fino a Fonte di Papa, bypassando in questo modo il territorio di propria competenza. “Altrimenti ” dichiarò al tempo il sindaco Lupi ” gli effetti positivi della nuova strada sulla viabilità urbana risulterebbero quasi annullati. Se la nuova arteria si innestasse nel punto della Salaria ipotizzato, interessato da alti volumi di traffico e dalla presenza di considerevoli insediamenti commerciali, si creerebbero pesanti criticità, tali da vanificare l’idea di fondo che resta quella di decongestionare il tratto urbano della statale”. Tali osservazioni, subito accolte in linea di principio dall’assessore regionale ai LLPP Bruno Astorre, sono state vagliate in sede progettuale e fatte oggetto dell’ipotesi di finanziamento licenziata questa mattina dalla Giunta regionale. Nella stessa delibera, che richiama e conferma il finanziamento di otto milioni di euro per il tratto Fonte di Papa-Settebagni, richiesto ed ottenuto nel 2005 dal consigliere regionale Carlo Lucherini, viene altresì stabilito che entrambi gli stanziamenti siano regolamentati da un’unica convenzione da stipularsi tra Regione e ANAS, così da garantire una gestione complessiva ed ottimale dei lavori previsti.
Soddisfatto il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Paolo Bracchi, che ha seguito per conto dell’Amministrazione eretina ogni fase dell’iter progettuale intervenendo alle relative conferenze dei Servizi, il quale, nel ringraziare “il consigliere Lucherini e l’assessore Astorre per aver perfettamente colto il senso delle nostre proposte e operato affinché diventassero parte integrante della progettazione della nuova arteria stradale”, dichiara “Portiamo a compimento una complessa operazione politica, amministrativa e tecnica, condotta da tutti gli enti coinvolti con piena uniformità di vedute, che consentirà di realizzare un’opera strategica per tutto il territorio della Valle del Tevere e per Monterotondo in particolare. Insieme al resto delle opere previste nell’ambito della realizzazione del casello autostradale di Castelnuovo di Porto, la Salaria bis rappresenterà, infatti, un formidabile strumento di sviluppo della viabilità locale, quindi del potenziale economico ed infrastrutturale e, soprattutto, della qualità della vita nel nostro Comune”.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION