MONTEROTONDO: Pendolari: ‘Dall’assessore regionale rassicurazioni importanti”

A due giorni dall’incontro in Regione con l’assessore ai trasporti Lollobrigida, il sindaco Alessandri torna su quelle che ritiene essere “importanti e confortanti rassicurazioni” circa la risoluzione dei tanti e gravi problemi che gravano sulle condizioni del servizio di trasporto metropolitano di superficie Fm1.
«Diamo atto all’assessore Lollobrigida – afferma il sindaco – di aver riconosciuto con obiettività le tante criticità del servizio e di essersi attivamente adoperato, anche nei confronti di Trenitalia, affinché possano essere completamente e definitivamente risolte. Gli impegni che ha voluto illustrarci rappresentano per noi la massima garanzia possibile». Analoghi riconoscimenti il sindaco li riserva nei confronti del comitato rappresentante dei pendolari «che non si è limitato alla protesta, clamorosa e comprensibile ma pur sempre estemporanea, puntando piuttosto, in ogni sede, sull’esposizione puntuale e circostanziata dei tanti aspetti di quell’autentico calvario che è diventato il servizio ferroviario, proponendo soluzioni e migliorie concrete e rivendicando con determinazione il diritto ad un sistema di trasporti degno di questo nome».
In attesa di ulteriori novità migliorative dello stato del servizio, il sindaco sottolinea altresì il ruolo prezioso che l’Amministrazione comunale di Monterotondo e quelle delle altre realtà territoriali su cui insiste la tratta ferroviaria, Montelibretti e Fara Sabina, hanno avuto nel supportare la mobilitazione dei pendolari, soprattutto in occasione dei vertici sin qui tenuti con il dipartimento regionale ai trasporti e con la stessa Trenitalia. «È mia intenzione – aggiunge il sindaco –
rappresentare quanto prima anche ai sindaci di Mentana e Palombara i risultati fin qui ottenuti grazie alla mobilitazione e quelli attesi nel breve/medio termine. Affinché il percorso fin qui intrapreso sia adeguatamente supportato è infatti importante che tutti i rappresentanti istituzionali dell’intero territorio, degli enti locali così come della Provincia e della Regione al di là dei diversi orientamenti politici, siano attivamente coinvolti a tutela dei diritti dei pendolari. Per quanto ci riguarda, in particolare, posso assicurare che l’Amministrazione comunale di Monterotondo continuerà ad essere concretamente, come dal primo momento, al fianco dei pendolari e delle loro sacrosante rivendicazioni».

A due giorni dall’incontro in Regione con l’assessore ai trasporti Lollobrigida, il sindaco Alessandri torna su quelle che ritiene essere “importanti e confortanti rassicurazioni” circa la risoluzione dei tanti e gravi problemi che gravano sulle condizioni del servizio di trasporto metropolitano di superficie Fm1. «Diamo atto all’assessore Lollobrigida – afferma il sindaco – di aver riconosciuto con obiettività le tante criticità del servizio e di essersi attivamente adoperato, anche nei confronti di Trenitalia, affinché possano essere completamente e definitivamente risolte. Gli impegni che ha voluto illustrarci rappresentano per noi la massima garanzia possibile». Analoghi riconoscimenti il sindaco li riserva nei confronti del comitato rappresentante dei pendolari «che non si è limitato alla protesta, clamorosa e comprensibile ma pur sempre estemporanea, puntando piuttosto, in ogni sede, sull’esposizione puntuale e circostanziata dei tanti aspetti di quell’autentico calvario che è diventato il servizio ferroviario, proponendo soluzioni e migliorie concrete e rivendicando con determinazione il diritto ad un sistema di trasporti degno di questo nome».

In attesa di ulteriori novità migliorative dello stato del servizio, il sindaco sottolinea altresì il ruolo prezioso che l’Amministrazione comunale di Monterotondo e quelle delle altre realtà territoriali su cui insiste la tratta ferroviaria, Montelibretti e Fara Sabina, hanno avuto nel supportare la mobilitazione dei pendolari, soprattutto in occasione dei vertici sin qui tenuti con il dipartimento regionale ai trasporti e con la stessa Trenitalia. «È mia intenzione – aggiunge il sindaco – rappresentare quanto prima anche ai sindaci di Mentana e Palombara i risultati fin qui ottenuti grazie alla mobilitazione e quelli attesi nel breve/medio termine. Affinché il percorso fin qui intrapreso sia adeguatamente supportato è infatti importante che tutti i rappresentanti istituzionali dell’intero territorio, degli enti locali così come della Provincia e della Regione al di là dei diversi orientamenti politici, siano attivamente coinvolti a tutela dei diritti dei pendolari. Per quanto ci riguarda, in particolare, posso assicurare che l’Amministrazione comunale di Monterotondo continuerà ad essere concretamente, come dal primo momento, al fianco dei pendolari e delle loro sacrosante rivendicazioni».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION