MONTEROTONDO: Manifesti elettorali, lotta all’affissione selvaggia

Contrastare fermamente l’affissione selvaggia che trasforma la comunicazione politica in un oltraggio continuo al decoro urbano e alla legalità. E’ quanto si prefigge l’Amministrazione comunale nell’imminenza della campagna elettorale per le elezioni regionali di marzo, ormai prossima ad entrare nella sua fase intensa. “E’ nostra intenzione ” afferma il sindaco Alessandri ” contrastare fermamente il malcostume dell’affissione selvaggia in occasione delle campagne elettorali. Trovo intollerabile che una forma di comunicazione che dovrebbe servire a veicolare idee si trasformi in un insulto al decoro della città e in una forma di sopraffazione nei confronti delle imprese, delle associazioni, degli esercizi commerciali finanche del Comune stesso, che pagano quanto dovuto per l’affissione del proprio materiale e, del tutto legittimamente, hanno il diritto di non vederselo ricoprire abusivamente da questo o quel candidato, da questo o dal quel partito”.

Un problema annoso, quello dell’endemica violazione delle regole d’affissione in occasione delle campagne elettorali, che l’Amministrazione comunale stavolta intende contrastare alla stregua di una emergenza, anche ricorrendo a forme particolari di controllo e tracciabilità degli eventuali abusi.

“Innanzitutto provvederemo ad inasprire in maniera sostanziale le sanzioni ” conferma il sindaco – inoltre stiamo studiando forme di controllo più puntuale e strumenti che consentano di perseguire con fermezza e perseveranza gli abusi. Una cosa è certa: non “dimenticheremo” gli illeciti una volta finita la campagna elettorale. Monterotondo è e deve continuare ad essere una città in cui vigono le regole della legalità e nella quale a nessuno è concesso derogare”.

Il sindaco lancia poi un appello agli esponenti e alle forze politiche locali a collaborare affinché si possa più efficacemente contrastare il malcostume dell’affissione senza regole, causato in larga parte da persone, attacchini e mandatari, non locali.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION