MONTEROTONDO: L’intervento di impermeabilizzazione inizierà nelle prossime settimane

Inizierà nelle prossime settimane l’intervento di ristrutturazione e impermeabilizzazione del serbatoio idrico di palazzo Orsini. Lo conferma una nota, inviata da Acea/Ato 2, nella quale si ribadiscono gli impegni assunti dall’azienda nel corso dell’incontro avuto lo scorso 25 ottobre con il sindaco Alessandri e con l’assessore ai lavori pubblici Cavalli.
L’intervento, che durerà complessivamente almeno tre settimane, consisterà nello svuotamento del serbatoio a cui seguiranno i lavori di cucitura delle lesioni e della nuova impermeabilizzazione. Prima ancora sarà necessario realizzare un collegamento diretto col serbatoio dei Cappuccini, in modo da bypassare quello oggetto dell’intervento garantendo la sostanziale funzionalità del sistema nella zona del centro storico. L’unica interruzione prevista nella fornitura idrica riguarderà le poche ore durante le quali verranno eseguiti i collegamenti idraulici provvisori.
Confermato, nella stessa nota, l’avvio di uno studio preliminare in vista della dismissione completa del serbatoio di palazzo Orsini, operazione per l’avvio della quale occorrerà attendere ancora qualche anno vista le complessità, tecniche e burocratiche, che il progetto comporta, come ad esempio la realizzazione ex-novo di alcuni tratti di acquedotto e la necessità di acquisire una molteplicità di autorizzazioni e permessi, anche di carattere patrimoniale.
Vivo compiacimento per il buon esito della vicenda è espresso dal sindaco Alessandri, il quale, ringraziando Acea/Ato 2 per la solerzia dimostrata nella circostanza, tiene a rivendicare l’attenzione e la tempestività con le quali la sua Giunta «ha affrontato e trovato rimedio ad un problema annoso, che tante apprensioni creava ai residenti nel centro storico». Una soluzione che, per lo stesso sindaco, rappresenta un «chiaro segnale d’attenzione della nostra Amministrazione nei confronti delle complesse problematiche di un quartiere particolare quale è il centro storico e, nello stesso tempo, una dimostrazione d’efficienza della quale occorre dare atto all’assessore Cavalli e agli uffici».
«Sono decisamente soddisfatto ” afferma dal canto suo proprio l’assessore ai lavori pubblici Luigi Cavalli ” perché finalmente stiamo risolvendo un problema notevolmente complesso che avrebbe potuto avere pericolosissime conseguenze. E’ chiaro che per arrivare ad una definitiva soppressione del serbatoio di Palazzo Orsini ci vorrà del tempo ma l’importante, per il momento, era dare risposta alle legittime apprensioni e alle rivendicazioni dei diritti dei cittadini del centro storico, giustamente preoccupati a causa degli allagamenti delle cantine. Ringrazio l’ingegner Pratesi di Acea/Ato 2 per la professionalità e la disponibilità dimostrata nei nostri confronti».

Inizierà nelle prossime settimane l’intervento di ristrutturazione e impermeabilizzazione del serbatoio idrico di palazzo Orsini. Lo conferma una nota, inviata da Acea/Ato 2, nella quale si ribadiscono gli impegni assunti dall’azienda nel corso dell’incontro avuto lo scorso 25 ottobre con il sindaco Alessandri e con l’assessore ai lavori pubblici Cavalli. L’intervento, che durerà complessivamente almeno tre settimane, consisterà nello svuotamento del serbatoio a cui seguiranno i lavori di cucitura delle lesioni e della nuova impermeabilizzazione. Prima ancora sarà necessario realizzare un collegamento diretto col serbatoio dei Cappuccini, in modo da bypassare quello oggetto dell’intervento garantendo la sostanziale funzionalità del sistema nella zona del centro storico. L’unica interruzione prevista nella fornitura idrica riguarderà le poche ore durante le quali verranno eseguiti i collegamenti idraulici provvisori.

Confermato, nella stessa nota, l’avvio di uno studio preliminare in vista della dismissione completa del serbatoio di palazzo Orsini, operazione per l’avvio della quale occorrerà attendere ancora qualche anno vista le complessità, tecniche e burocratiche, che il progetto comporta, come ad esempio la realizzazione ex-novo di alcuni tratti di acquedotto e la necessità di acquisire una molteplicità di autorizzazioni e permessi, anche di carattere patrimoniale.

Vivo compiacimento per il buon esito della vicenda è espresso dal sindaco Alessandri, il quale, ringraziando Acea/Ato 2 per la solerzia dimostrata nella circostanza, tiene a rivendicare l’attenzione e la tempestività con le quali la sua Giunta «ha affrontato e trovato rimedio ad un problema annoso, che tante apprensioni creava ai residenti nel centro storico». Una soluzione che, per lo stesso sindaco, rappresenta un «chiaro segnale d’attenzione della nostra Amministrazione nei confronti delle complesse problematiche di un quartiere particolare quale è il centro storico e, nello stesso tempo, una dimostrazione d’efficienza della quale occorre dare atto all’assessore Cavalli e agli uffici».

«Sono decisamente soddisfatto ” afferma dal canto suo proprio l’assessore ai lavori pubblici Luigi Cavalli ” perché finalmente stiamo risolvendo un problema notevolmente complesso che avrebbe potuto avere pericolosissime conseguenze. E’ chiaro che per arrivare ad una definitiva soppressione del serbatoio di Palazzo Orsini ci vorrà del tempo ma l’importante, per il momento, era dare risposta alle legittime apprensioni e alle rivendicazioni dei diritti dei cittadini del centro storico, giustamente preoccupati a causa degli allagamenti delle cantine. Ringrazio l’ingegner Pratesi di Acea/Ato 2 per la professionalità e la disponibilità dimostrata nei nostri confronti».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION