MONTEROTONDO: Festa dell’albero 2012

Per l’occasione della ricorrenza della “Festa dell’Albero” celebrata da legambiente a livello nazionale, quest’anno il circolo l’armonia di monterotondo, in collaborazione con alcuni cittadini promotori e sovventori, hanno promosso l’iniziativa di donare a circa 300 bambini  tra scuole infantili ed elementari  dell’istituo comprensivo di viale b. Buozzi e di via monte pollino, altrettanti 300 alberelli di specie mediterranea ( aceri, querce, cerri e peri selvatici).

Tale iniziativa prende spunto dalla legge n° 113 del 29 gennaio 1992 “un albero per ogni nato”, ovvero la piantumazione di un albero per ogni neonato da parte delle amministrazioni comunali. Normativa importante per difendere ed ampliare il verde pubblico cittadino ma, di fatto, spesso totalmente ignorata per avere meno scrupoli a contrastare la irrazionale e persistente cementificazione del territorio. Allora, sull’impronta della legge  suddetta, il circolo di monterotondo insieme ai suddetti cittadini sensibili alle questioni ambientali, hanno ideato “voglio crescere con il mio albero” con le scuole i del territorio comunale, tentando di favorire una cultura fondata sul rispetto e la valorizzazione del verde e dell’ambiente che lo accoglie.

Infatti, tanti ragazzi dopo aver accudito amorevolmente le piantine tenendole nelle proprie case insieme alle famiglie,  si sono dimostrati pronti a metterle a disposizione per ingrandire il patrimonio verde scolastico e cittadino. Si costituiranno dei piccoli vivai scolastici, dando modo ai giovani studenti di curare ancora gli alberelli presso il cortile della propria scuola, per farli crescere ancora e renderli piu’ forti, allor quando saranno messi a dimora definitiva presso spazi pubblici che saranno successivamente individuati dalle medesime scolaresche.

Grande partecipazione da parte delle insegnanti che hanno gradito molto l’iniziativa che coniuga l’apprendimento dei cicli naturali al contatto diretto dei bambini con il mondo vegetale. Gli alberi cresceranno insieme, per un tempo della loro rispettiva vita,  ai giovani studenti;  fortificando quel legame imprescindibile che lega ogni individuo del pianeta terra al proprio habitat.

Quindi, la prima manifestazione tenutasi il giorno 20 novembre presso la scuola elementare l. Campanari alla presenza di varie classi della materna e con parte dei ragazzi che dalla quinta elementare, ora passati alla prima media nell’ambito del medesimo istituto comprensivo di via monte pollino, hanno portato le loro piantine curate in maniera ineccepibile per metterle a disposizione della comunita’ scolastica e cittadina. Alla cerimonia  ha partecipato la cooperativa sociale “il pungiglione”, con la propria esperienza in tema di giardinaggio, i quali operatori, insieme ai ragazzi possessori degli alberi, hanno messo a dimora le piante. Tutte le operazioni sono state attentamente seguite anche da diverse insegnanti e dalla dirigente scolastica, mentre alcuni piccoli alunni si esibivano in recitazioni e canti in onore degli alberi.

I prossimi appuntamenti si terranno presso la scuola materna p. Nenni,  martedi’ 27 novembre alle ore 10.00 e, presso la raggio di sole, mercoledi’ 28 novembre alle ore 15.30.

Per info contattare il 3389596420 (Giorgio Salvucci)

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION