MONTEROTONDO: Estate Eretina 2011, su il sipario dal 7 luglio

Si terrà dal 7 luglio all’otto agosto l’edizione 2011 dell’Estate Eretina, trentennale rassegna culturale estiva organizzata dal Comune di Monterotondo che anche quest’anno ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Roma.
Particolarmente rilevanti, nell’ampio e vario cartellone allestito dall’Assessorato alla Cultura, gli spettacoli “Il castello” di Franz Kafka interpretato da Giorgio Barberio Corsetti (venerdì 22 luglio) che solo qualche giorno prima sarà presentato al festival dei Due Mondi di Spoleto, la proiezione del film “Venti sigarette a Nassirya” (martedì 2 agosto) alla quale sarà presente il regista e protagonista Aureliano Amadei, il concerto della banda dello Stato Pontificio (mercoledì 27 luglio) e le installazioni, esposizioni e performance deModé (sabato 9 e domenica 10 luglio).
Tutti i giovedì della rassegna saranno dedicati ai più piccoli con le iniziative di Gio-Bimbi (animazione, giochi educativi, teatro, proiezioni) e non mancheranno, come al solito, concerti, spettacoli teatrali e una interessante rassegna cinematografica, tutte le sere dal 28 luglio all’8  agosto, nel cortile di palazzo Orsini. Proprio il ritorno nella suggestiva location comunale, inutilizzabile negli ultimi anni a causa dei lavori di ristrutturazione esterna conclusisi qualche mese fa, rappresenta una delle novità rilevanti di una programmazione che, anche quest’anno, prevede una decisa dislocazione degli eventi nel territorio. Saranno infatti interessati all’ospitalità di serate dell’Estate Eretina anche i quartieri di Borgonovo, Piedicosta, Scalo e Montegrappa.
«La volontà di decentrare anche in quartieri cosiddetti periferici le location degli spettacoli – afferma l’assessore alla Cultura Riccardo Varone ” proseguirà con ancora maggiore decisione anche nei prossimi anni, proprio con l’obiettivo di rendere maggiormente protagonista l’intera città. Siamo comunque lieti d’essere riusciti a proporre, anche quest’anno, un mese pressoché intero di programmazione, nonostante le sempre crescenti difficoltà economiche che, certamente non solo a Monterotondo, penalizzano non poco la programmazione di eventi culturali». «Nonostante la riduzione del budget a disposizione ” sottolinea ancora l’assessore ” sono convinto che il programma che proponiamo sia all’altezza della tradizione e delle aspettative dei cittadini, come sempre giusta combinazione di valorizzazione di realtà locali e  proposte di rilevo nazionale nel segno di quella complementarietà e di quella contaminazione di generi che da sempre rappresenta una delle caratteristiche peculiari dell’Estate Eretina».
«Passano gli anni – afferma il sindaco Mauro Alessandri – ma la nostra principale e tradizionale rassegna resta una costante nel panorama dell’offerta culturale non solo locale, distinta dalle tante estemporanee manifestazioni estive che un po’ ovunque vengono organizzate ma che spesso non superano lo scoglio della seconda edizione. Per l’Amministrazione comunale l’Estate Eretina rappresenta del resto un investimento in termini culturali, ricreativi e aggregativi a cui, nonostante le difficoltà economiche, non intendiamo certo rinunciare, convinti come siamo di come e quanto questi elementi siano funzionali all’affermazione di un modello sociale inclusivo e a prospettive di crescita anche economica più che significative. Concludo rivolgendo un sentito ringraziamento a tutte le realtà artistiche, all’assessore Varone e agli Uffici che hanno lavorato affinché, anche quest’anno, la manifestazione sia all’altezza della sua grande tradizione».

Si terrà dal 7 luglio all’otto agosto l’edizione 2011 dell’Estate Eretina, trentennale rassegna culturale estiva organizzata dal Comune di Monterotondo che anche quest’anno ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Roma.  Particolarmente rilevanti, nell’ampio e vario cartellone allestito dall’Assessorato alla Cultura, gli spettacoli “Il castello” di Franz Kafka interpretato da Giorgio Barberio Corsetti (venerdì 22 luglio) che solo qualche giorno prima sarà presentato al festival dei Due Mondi di Spoleto, la proiezione del film “Venti sigarette a Nassirya” (martedì 2 agosto) alla quale sarà presente il regista e protagonista Aureliano Amadei, il concerto della banda dello Stato Pontificio (mercoledì 27 luglio) e le installazioni, esposizioni e performance deModé (sabato 9 e domenica 10 luglio).

Tutti i giovedì della rassegna saranno dedicati ai più piccoli con le iniziative di Gio-Bimbi (animazione, giochi educativi, teatro, proiezioni) e non mancheranno, come al solito, concerti, spettacoli teatrali e una interessante rassegna cinematografica, tutte le sere dal 28 luglio all’8  agosto, nel cortile di palazzo Orsini. Proprio il ritorno nella suggestiva location comunale, inutilizzabile negli ultimi anni a causa dei lavori di ristrutturazione esterna conclusisi qualche mese fa, rappresenta una delle novità rilevanti di una programmazione che, anche quest’anno, prevede una decisa dislocazione degli eventi nel territorio. Saranno infatti interessati all’ospitalità di serate dell’Estate Eretina anche i quartieri di Borgonovo, Piedicosta, Scalo e Montegrappa.

«La volontà di decentrare anche in quartieri cosiddetti periferici le location degli spettacoli – afferma l’assessore alla Cultura Riccardo Varone ” proseguirà con ancora maggiore decisione anche nei prossimi anni, proprio con l’obiettivo di rendere maggiormente protagonista l’intera città. Siamo comunque lieti d’essere riusciti a proporre, anche quest’anno, un mese pressoché intero di programmazione, nonostante le sempre crescenti difficoltà economiche che, certamente non solo a Monterotondo, penalizzano non poco la programmazione di eventi culturali». «Nonostante la riduzione del budget a disposizione ” sottolinea ancora l’assessore ” sono convinto che il programma che proponiamo sia all’altezza della tradizione e delle aspettative dei cittadini, come sempre giusta combinazione di valorizzazione di realtà locali e  proposte di rilevo nazionale nel segno di quella complementarietà e di quella contaminazione di generi che da sempre rappresenta una delle caratteristiche peculiari dell’Estate Eretina».

«Passano gli anni – afferma il sindaco Mauro Alessandri – ma la nostra principale e tradizionale rassegna resta una costante nel panorama dell’offerta culturale non solo locale, distinta dalle tante estemporanee manifestazioni estive che un po’ ovunque vengono organizzate ma che spesso non superano lo scoglio della seconda edizione. Per l’Amministrazione comunale l’Estate Eretina rappresenta del resto un investimento in termini culturali, ricreativi e aggregativi a cui, nonostante le difficoltà economiche, non intendiamo certo rinunciare, convinti come siamo di come e quanto questi elementi siano funzionali all’affermazione di un modello sociale inclusivo e a prospettive di crescita anche economica più che significative. Concludo rivolgendo un sentito ringraziamento a tutte le realtà artistiche, all’assessore Varone e agli Uffici che hanno lavorato affinché, anche quest’anno, la manifestazione sia all’altezza della sua grande tradizione».

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION