MONTEROTONDO: E’ nata la prima ‘Associazione Culturale Sordi Monterotondo”

E’ ufficialmente nata a Monterotondo la prima “Associazione Culturale Sordi Monterotondo”, che raccoglie tutti gli audiolesi presenti nel territorio eretino. L’associazione nasce con lo scopo di riunire tutti i sordomuti monterotondesi e metterli in rete tra loro, per favorirne l’integrazione e la socializzazione. In un noto bar della città eretina, i soci fondatori si sono riuniti per festeggiare la nascita dell’associazione, alla presenza dell’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Monterotondo, Anna Foggia.

La particolarità risiede nel fatto che i fondatori di tale associazione siano tutti sordomuti e contano già molti iscritti e oltre 100 firme di persone che si iscriveranno, tra monterotondo, Roma e Provincia. Presidente è stato nominato Gianpaolo Craxì, che spiega come si è arrivati a creare l’associazione: “Dopo che in Consiglio Comunale si è votato l’Ordine del Giorno che chiedeva l’assegnazione dello spazio alla nostra comunità, ci siamo subito coadiuvati con gli Assessori Anna Foggia e Claudio Cacchioni per trovare la soluzione più adeguata. Grazie a loro abbiamo convenuto di crearci un’associazione composta solo da noi, cosicché non dovevamo dipendere da nessuno e si evitavano molti disguidi. Invece, grazie a questa strada, il Comune darà in gestione uno spazio direttamente all'”Associazione Culturale Sordi Monterotondo”. E’ stato per noi uno sforzo anche economico notevole, però abbiamo deciso di aderire con entusiasmo a questa soluzione che ci hanno indicato i due assessori”.

A breve, il Comune assegnerà all’Associazione uno spazio dove potersi incontrare e dove sono già in cantiere molte iniziative davvero lodevoli: “Abbia mo illustrato all’Assessore Foggia i nostri progetti, come fare un corso di linguaggio dei segni, far presentare una commedia per sordi a Monterotondo e anche fare celebrare spesso Sante Messe con interprete proprio nella sede dell’associazione. In collaborazione con il Comune potremo presentare altri progetti per rendere più viva la nostra partecipazione nel tessuto della società eretina. Auspico che tutti gli organi d’ informazione ci aiutino a diffondere la notizia della nascita di questa associazione, affinché tutti gli altri possibili sordomuti eretini che magari non conosciamo possano unirsi a noi. Per il momento come riferimento per contattarci abbiamo questo numero di cellulare: 3383192645”.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION