MONTEROTONDO: commemorazione in onore degli italiani massacrati nelle foibe alla fine della Seconda Guerra Mondiale

Nell’anno dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’unità d’Italia è più importante che mai ricordare le tappe della nostra storia, specialmente quelle più dolorose e dimenticate, poiché da esse possono essere colti gli insegnamenti più profondi. Con questo spirito, i ragazzi Azione Giovani Monterotondo hanno organizzato la commemorazione in onore degli italiani massacrati nelle foibe alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
L’iniziativa si svolgerà il 10 febbraio, giornata del ricordo dei martiri delle foibe e degli esuli istriani, giuliani e dalmati, alle ore 18.00 a Largo Martiri delle Foibe, la piazza situata nei pressi dell’istituto tecnico “G. Cardano” di Monterotondo. Proprio per sottolineare lo spirito unitario e inclusivo dell’evento, i ragazzi di Azione Giovani hanno invitato a partecipare all’iniziativa tutti i cittadini e le istituzioni. Particolare attenzione è stata rivolta agli studenti delle scuole superiori eretine, ai quali è stato posto il problema dell’incompletezza dei testi scolastici che nella maggior parte dei casi non trattano gli argomenti legati agli eccidi e all’esodo di centinaia di migliaia di italiani. La corona d’alloro che sarà posta il 10 febbraio sotto la targa della piazza, non è solo un tributo alla memoria, è anche un mattone necessario alla costruzione di un popolo e di un’identità, caratteri spesso soffocati o negati nella storia e nella cultura d’Italia.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION