MONTEROTONDO: B1 f gir C: Il Monte cerca la svolta con la Centralmotor

Settimana particolare per il Monterotondo Volley di Piero Rosati che, finalmente, ha potuto provare anche durante gli allenamenti il sestetto base. Con il rientro dall’Asia di Giulia Momoli ed il recupero di Ilaria Angelozzi, il tecnico gialloblù ha avuto modo di provare con maggiore precisione la gara in programma sabato al Palazzetto dello Sport alle 16:30 contro la Centralmotor Rieti dell’ex Eliana Di Pierro. La squadra, dopo la sconfitta subita con il Latina, ha sicuramente voglia di ritornare a fare punti pesanti. “Questa è la prima volta che riusciamo a fare il sei contro sei per due giorni di seguito ” afferma Rosati riferendosi alla settimana di allenamenti ” Speriamo che questo possa portare gli effetti sperati.” Giulia Momoli è tornata dall’Asia mentre Ilaria Tribuzi si è riallenata per la prima volta con il gruppo in questa settimana: come le hai trovate? “Giulia ha ancora la tecnica del beach e deve nuovamente calarsi nell’indoor. Ha fatto un po’ fatica in allenamento ma confido in lei. Ilaria ha ripreso tranquillamente e riesce a fare tutto. È nel gruppo positivamente e ci potrà dare una grande mano.” Centralmotor e Monterotondo si trovano a pari punti: potrebbe essere quella di sabato la gara della svolta? “Stiamo aspettando da parecchio tempo le partite della svolta. Lo spero perché l’atteggiamento è giusto, le motivazioni non sono mai mancate ed abbiamo grande voglia di riscatto.” Contro il Latina ha giocato Sara Biondi in cabina di regia: chi sceglierai con il Rieti? “Aspetterò fino all’ultimo prima di decidere. Gaia aveva avuto un piccolo problema fisico per il match contro il Latina. Voglio aspettare ancora.”

C m gir A: Il Monterotondo riscalda i motori

Vietato sbagliare. Dopo i ko con Arvalia e Casalbertone, il Monterotondo Volley di Savino Guglielmi è costretto, da qui in avanti, a non lasciare più punti per strada se vuole veramente rimanere attaccato al treno delle prime. Domani pomeriggio, alle 19:00, arriverà al Palazzetto dello Sport l’Anguillara, formazione che, almeno sulla carta, non dovrebbe nascondere troppe insidie. Ma, dopo le opache prestazioni offerte con le prime del girone, la formazione eretina, oltre che del risultato, dovrà ricercare anche il gioco. Sabato scorso, tranne durante il primo set, la compagine gialloblù è apparsa spesso disunita nella correlazione tra i fondamentali. Una lacuna dovuta al fatto che ci sono tanti elementi nuovi che devono ancora prendere confidenza tra di loro. Adesso ci sarà la possibilità di rodare meglio i meccanismi specialmente in vista della sfida in programma il 14 dicembre quando il Tuscania arriverà in terra sabina. “Siamo convinti che possiamo fare meglio di quanto fatto fino ad ora ” afferma il capitano Claudio Cesarini ” non ci siamo esaltati dopo le vittorie e non ci siamo abbattuti dopo le sconfitte subite perché siamo consapevoli che i frutti del lavoro che stiamo facendo si vedranno più in la nel tempo. Non abbiamo ancora abbandonato l’idea di poter arrivare primi ma siamo sicuri che, da qui in avanti, non potremo più sbagliare per inseguire questo obiettivo.” Sulla stessa linea il libero Gabriele Plinio: “Contro il Casalbertone non ha funzionato neanche la ricezione che, prima, era stata la nostra arma migliore. Ora non dobbiamo piangerci addosso e continuare ad avere fiducia nei nostri mezzi.”

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION