MENTANA: La città garibaldina ha celebrato la Giornata della Memoria

“Dalla memoria possiamo partire per risvegliare il senso di appartenenza in questo territorio e lo spirito di solidarietà tra cittadini. Dobbiamo recuperare i valori che si sono perduti e unirci per superare questo periodo difficile che l’Italia sta vivendo. Io credo che sia possibile, il Paese ha bisogno di forza, impegno e tanti progetti da realizzare insieme”. Così il Sindaco di Mentana, Altiero Lodi, durante la Giornata della memoria celebrata oggi dal Comune della città garibaldina, in occasione dell’inaugurazione del restauro dell’Ara ossario del Monumento. Una manifestazione importante per il territorio, molto apprezzata dai numerosi cittadini presenti. L’evento è stato l’ultimo appuntamento delle iniziative previste per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ospite d’onore Anita Garibaldi, pronipote del Generale Giuseppe. “La Camicia rossa è un simbolo: ci vuole coraggio per indossarla – ha detto la donna – L’ha portata chi davvero ha creduto in un progetto di libertà”.

La mattina si è aperta con la celebrazione della messa in suffragio di tutti i caduti, civili e militari nella parrocchia di Santa Maria degli Angeli, a Casali. Lodi ha poi ricordato le vittime di guerra anche deponendo corone di alloro nelle frazioni di Casali e Castelchiodato. Alle 11 a Mentana è partito il corteo, aperto dalle bande musicali, dalle autorità e dai garibaldini in divisa storica (accompagnati da un gruppo di bambini della materna di via Riva di Monterotondo vestiti da garibaldini) che ha onorato i caduti del 15-18 in via Tre Novembre e si è sciolto una volta arrivato nel Parco della Rimembranza. Qui le celebrazioni solenni e le deposizioni delle corone davanti all’Ara ossario da parte del primo cittadino e delle delegazioni dei Comuni di Monterotondo e Fonte Nuova. La cantautrice Mariella Nava si è esibita con un brano inedito dedicato al 150°, scritto dal maestro Franco Migliacci: “L’Italia è Patria”. Marco Sforza, artista esordiente mentanese, insieme alla Nava ha quindi cantato l’Inno di Mameli. Sul palco il sindaco ha donato vino e targhe ricordo ai gruppi partecipanti. La giornata è stata organizzata dal Comune di Mentana, dal direttore del Museo della Campagna dell’Agro romano, Francesco Guidotti, dalla sezione di Mentana dell’Associazione nazionale veterani e reduci garibaldini, dall’associazione Progetto Donna e con il patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Roma.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION