IN SALA: Kill Bill. Il ritorno di Tarantino sotto il segno del riciclo

killbill.jpg

Sei anni dopo Jackie Brown, il ragazzaccio terribile del cinema americano, Quentin Tarantino, torna con Kill Bill – Volume 1 e dimostra, per la quarta volta, il suo grande amore per il bel cinema di genere di una volta, realizzando un film semplice e meraviglioso sulla vendetta e le arti marziali.
Kill Bill narra della Sposa, una Uma Thurman da mozzare il fiato, che, nel giorno delle sue nozze, cade vittima di un agguato ad opera dei suoi vecchi soci. Il marito muore, lei cade in coma. Al suo risveglio, il suo unico desiderio e’ la vendetta. Inguantata nella tutina gialla di Bruce Lee, la Sposa iniziera’ a far fuori i suoi ex soci.
Spettacolare, adrenalinico, vertiginoso, il film e’ pura goduria visiva. Tarantino frulla nel suo personalissimo calderone di tutto: i vecchi film d’arti marziali degli Shaw Bros, le modernissime e ipercinetiche coreografie marziali del maestro Yuen Wo Ping, gli anime (cartoni animati giapponesi). Menzione a parte per la stupefacente colonna sonora che assembla quanto di meglio sentito nei gloriosi film italiani dei vecchi tempi: Il grande duello, I giorni dell’ira, Da uomo a uomo, Sette note in nero

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION