Giacomo Mandolini vola dal Centro Promozione Danza di Marcellina alla scuola del Teatro dell’Opera di Vienna

Yang Yu LinAncora una allievo del Centro Promozione Danza proiettato verso la carriera professionale. Dopo avere frequentato per un anno la Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma Giacomo Mandolini, già allievo della nota scuola di danza diretta da Yang Yu Lin, ha voluto misurarsi con le selezioni per l’ammissione alla Wiener Staatsoper Ballettakademie (scuola di danza del Teatro dell’Opera di Vienna) riuscendo a passare le difficili prove. Mandolini spicca quindi il volo verso la professione trasferendosi a Vienna dove continuerà gli studi nella prestigiosa scuola europea che inizierà a frequentare dal prossimo settembre.

Clima di festa e commozione al Centro Promozione Danza di Marcellina tra i suoi ex compagni di corso e la sua maestra Yang Yu Lin e il M° Luca Panella che per anni hanno guidato il loro giovane allievo “con amorevole passione e professionalità, credendo fin dall’inizio nelle sue capacità e infondendogli coraggio e fiducia”, come sostengono i familiari di Mandolini.

Giacomo Mandolini è così il terzo allievo maschio della scuola del CPD che nel periodo più recente supera le severe prove delle scuole professionali pubbliche; lo hanno preceduto Elio De Bonis che si è diplomato lo scorso anno alla scuola dell’Opera di Roma, e Giordano Bozza che, pur avendo superato l’ammissione all’Accademia Nazionale di Danza, ha scelto di frequentare importanti scuole tedesche (Hamburg Ballet Schule e Palucca Hochschule für Tanz di Dresda) ed ora è in organico come demi-soliste nella National Moravian-Silesian Theatre Ballet Company.

A rappresentare la scuola del Centro Promozione Danza anche le allieve di Yang Yu Lin Beatrice D’Amelio e Silvia Bordoni ultime in ordine di tempo ad entrare all’Accademia Nazionale di Danza di Roma.

Sono molti gli allievi che si sono formati al CPD e che, utilizzando le competenze acquisite nella scuola di danza, hanno proseguito gli studi applicando la loro solida preparazione trovando sbocchi professionali nella pratica di altre discipline corporee legate alla salute e all’attività motoria. È il caso di Francesca Salvatori oggi fisioterapista, Stefania Salvatori ora laureata allo I.U.S.M., Vanessa Tomassetti, Alessandra Montanari e Luisa Drago insegnati di danza e istruttrici, Anastasia Fornari e Caterina Bonavena fondamentali per il loro contributo artistico e didattico nella scuola del CPD.

Encomiabile quindi l’attività di questa dinamica associazione che opera sul nostro vasto territorio dal 1992 e che ha creato fermento artistico e culturale e opportunità di occupazione per decine di persone, sia al proprio interno che nel mondo del lavoro, contribuendo in maniera determinante allo sviluppo dell’economia dell’”impresa sociale” e del “no profit”.

Martedi 1 settembre riaprirà la scuola del Centro Promozione Danza con nuovi corsi e nomi illustri che collaboreranno stabilmente con la scuola, come l’etoile internazionale Andrè De La Roche che terrà un corso stabile di modern jazz e Alessandro Tiburzi, già primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma che terrà un corso speciale di repertorio classico e
passo a due.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION