Fonte Nuova. Avviato il procedimento per la revoca della convenzione stipulata tra il Comune e la Ditta Anyaquae

distributori acquaA seguito del recepimento del verbale di campionamento di acqua potabile effettuato dalla ASL Roma G in data 03.07.2015, prelevato presso la casetta dell’acqua sita in Piazza delle Rose, con risultato non conforme ai valori di parametro arsenico fissati dal D.L.vo 31/01, nonché di quanto appreso dalla trasmissione televisiva Report, conseguenza di svariati controlli culminati con l’emanazione dell’Ordinanza Sindacale n. 22 del 7 luglio 2015, nella quale si intimava alla ditta Anyaquae l’interruzione immediata del servizio di erogazione, è stato avviato il procedimento per la revoca della convenzione stipulata in data 26.08.2014 tra il Comune di Fonte Nuova e la Ditta Anyaquae per l’installazione di strutture per l’erogazione di acqua potabile refrigerata gassata e naturale, visto l’accertamento dalla ASL dell’”esistenza di gravi violazioni alle norme di igiene dell’alimentazione” (Legge 241/90, art. 8 “Risoluzione anticipata della convenzione” ).

Questa la decisione dell’Amministrazione al fine di tutelare quanto più possibile i suoi cittadini, nell’attesa di ripetere le analisi della casetta dell’acqua nonché della fontanella, a prova o meno del risultato ottenuto.

About the author

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION