CASTEL MADAMA: Ladri in Comune, nella notte svaligiati gli uffici

Ladri a lavoro negli uffici comunali. Un martedì  nero per il Comune di Castel Madama che questa mattina non ha più trovato i computer al loro posto. Durante la notte i ladri hanno svaligiato gli uffici portando via tre computer nuovi (istallati da qualche settimana), un portatile e la cassaforte “smurata” dell’ufficio dell’entrate patrimoniali e tributarie. Un lavoro che deve aver impegnato non poco i malviventi che dopo essersi accaniti contro la macchinetta automatica del caffè, svaligiandola delle monete, si sono messi a lavoro per estrarre dal muro la cassaforte posta al primo piano. Indisturbati, nonostante il rumore che devono aver prodotto, si sono allontanati con il bottino. Un periodo non felice per Castel Madama, infatti, martedì scorso era stato il Centro Sociale Anziani ad essere visitato dai ladri. Grande rammarico è stato espresso dall’Amministrazione Comunale.
“Questi furti sono uno sfregio contro i beni pubblici ed offendo tutti i cittadini”. La delusione e l’amarezza sono forti nelle parole del Sindaco, Giuseppe Salinetti. Già negli anni ’90 la Casa Comunale era stata vittima dei ladri, successivamente era stata messa in sicurezza tutta l’area che ospita l’anagrafe ed il protocollo. I fatti di questa notte, però, dimostrano quanto sia fragile la situazione negli altri uffici. “Stiamo già lavorando per rafforzare le misure di sicurezza ” spiega il Sindaco ” progettando l’istallazione di moderni sistemi di video-sorveglianza”. I dipendenti dopo lo smarrimento iniziale per aver trovare gli uffici svaligiati e pieni di calcinacci non si sono persi d’animo e dentro la buca del muro, al posto della cassaforte rubata, hanno realizzato il presepe in segno di speranza.

Ladri a lavoro negli uffici comunali. Un martedì  nero per il Comune di Castel Madama che questa mattina non ha più trovato i computer al loro posto. Durante la notte i ladri hanno svaligiato gli uffici portando via tre computer nuovi (istallati da qualche settimana), un portatile e la cassaforte “smurata” dell’ufficio dell’entrate patrimoniali e tributarie. Un lavoro che deve aver impegnato non poco i malviventi che dopo essersi accaniti contro la macchinetta automatica del caffè, svaligiandola delle monete, si sono messi a lavoro per estrarre dal muro la cassaforte posta al primo piano. Indisturbati, nonostante il rumore che devono aver prodotto, si sono allontanati con il bottino. Un periodo non felice per Castel Madama, infatti, martedì scorso era stato il Centro Sociale Anziani ad essere visitato dai ladri. Grande rammarico è stato espresso dall’Amministrazione Comunale.

“Questi furti sono uno sfregio contro i beni pubblici ed offendo tutti i cittadini”. La delusione e l’amarezza sono forti nelle parole del Sindaco, Giuseppe Salinetti. Già negli anni ’90 la Casa Comunale era stata vittima dei ladri, successivamente era stata messa in sicurezza tutta l’area che ospita l’anagrafe ed il protocollo. I fatti di questa notte, però, dimostrano quanto sia fragile la situazione negli altri uffici. “Stiamo già lavorando per rafforzare le misure di sicurezza ” spiega il Sindaco ” progettando l’istallazione di moderni sistemi di video-sorveglianza”. I dipendenti dopo lo smarrimento iniziale per aver trovare gli uffici svaligiati e pieni di calcinacci non si sono persi d’animo e dentro la buca del muro, al posto della cassaforte rubata, hanno realizzato il presepe in segno di speranza.

About the author

Giornalista, sceneggiatore, raccontastorie, papà imperfetto. Direttore di Sitopreferito.it e fondatore de laragazzapreferita.it e di romastorie.it. La sua vocazione è raccontare storie improbabili di ingenui e sognatori. Ha un sacco di amici immaginari...

Related

A WeGIL, sempre in occasione dei 45 anni dalla nascita dell'originale format che conquistò il pubblico radiofonico, tornano le "Interviste Impossibili" a cura dello scrittore Lorenzo Pavolini, che il 7 maggio alle 19.00 vedranno un appuntamento "al femminile" con la scrittrice Elena Stancanelli, candidata al Premio Strega nel 2016 e vincitrice del Premio Vittoriano Esposito, insieme all'attrice Elena Radonicich, per conoscere da vicino e dare voce all'intramontabile Jane Eyre.

Oggi martedì 24 Aprile alle 18.30 a Piazza Trilussa, flash-mob "teniamoci per mano contro l'omofobia", "per una Roma più sicura contro la violenza e a favore dei nostri diritti. Lottiamo per la nostra libertà, dedica solo mezz’ora del tuo tempo!”. Un messaggio su whatsapp lanciato da Imma Battaglia ai suoi contatti e presto divulgato nelle chat private. Un invito ad esser presenti per un flash-mob spontaneo in cui tenersi per mano contro l’omofobia, dopo l'ennesimo vile atto omofobo che ha visto l’aggressione ai danni di Marco e Federico.

JOIN THE DISCUSSION