• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MENTANA: Rapinato e picchiato davanti alla figlia di tre anni: era una banda di Mentana

MENTANA: Rapinato e picchiato davanti alla figlia di tre anni: era una banda di Mentana

Sono entrati in cinque in un negozio di alimentari di via Casal de’ Pazzi e dopo aver percosso con un bastone il titolare, un cittadino del Bangladesh di 32 anni, si sono impossessati dei soldi contenuti nella cassa, circa 400 euro. Uno dei colpi ha raggiunto, per fortuna solo di striscio, anche la figlia del commerciante di soli tre anni che era nel negozio insieme al papà al momento dell’irruzione. Dopo il raid, la vittima ha chiesto aiuto al 112 e i carabinieri del nucleo radiomobile di Roma, raccolta la descrizione degli aggressori, si sono messi sulle loro tracce.
Poco dopo, nella zona, i militari hanno rintracciato tre dei componenti del gruppo di rapinatori, tutti cittadini romeni di età compresa tra i 23 ed i 38 anni, domiciliati a Mentana, i quali sonos tati sorpresi mentre stavano litigando violentemente, calci, pugni e cocci di bottiglia alla mano, per spartirsi il bottino. Arrestati con l’accusa di rapina e rissa, i romeni sono stati portati nel carcere di Regina Coeli.

Sono entrati in cinque in un negozio di alimentari di via Casal de’ Pazzi e dopo aver percosso con un bastone il titolare, un cittadino del Bangladesh di 32 anni, si sono impossessati dei soldi contenuti nella cassa, circa 400 euro. Uno dei colpi ha raggiunto, per fortuna solo di striscio, anche la figlia del commerciante di soli tre anni che era nel negozio insieme al papà al momento dell’irruzione. Dopo il raid, la vittima ha chiesto aiuto al 112 e i carabinieri del nucleo radiomobile di Roma, raccolta la descrizione degli aggressori, si sono messi sulle loro tracce.

Poco dopo, nella zona, i militari hanno rintracciato tre dei componenti del gruppo di rapinatori, tutti cittadini romeni di età compresa tra i 23 ed i 38 anni, domiciliati a Mentana, i quali sonos tati sorpresi mentre stavano litigando violentemente, calci, pugni e cocci di bottiglia alla mano, per spartirsi il bottino. Arrestati con l’accusa di rapina e rissa, i romeni sono stati portati nel carcere di Regina Coeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *