• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / MENTANA: Fuochi al Parco Trentani

MENTANA: Fuochi al Parco Trentani

Riceviamo e pubblichiamo Egregi Signori, facciamo seguito agli allarmi nostri e di altri amici, inviatiVi fin dall’inizio del 2008, sullo stesso argomento. Il parco Trentani, a Mentana è frequentato sopratutto nella bella stagione da gitanti che ci fanno i picnic nei giorni di festa, quando manca ogni sorveglianza.

Purtroppo molti di loro lo fanno accendendo barbecue. La cosa, oltre che vietata [legge 394 del 6/12/91 art.11 comma 3, punto (g)], è particolarmente pericolosa, laddove si svolga all’interno del bosco, anzichè nelle radure. Due sono i punti critici: il primo, al termine del viale alberato d’ingresso, dietro la bacheca; il secondo nel bosco, di fronte al fontanile. La presenza di tavoli e panche in tali aree sotto bosco invita i contravventori a fare lì il loro picnic, con fuoco annesso. Fortunatamente abbiamo visto sparire il tavolo con panche nella prima postazione, mentre la seconda permane, con tanto di focolare.

Tavolo e panche sotto il bosco, presso il fontanile del parco, con ricco focolare. Vi suggeriamo di far rimuovere anche tavolo e panche dalla seconda postazione, onde eliminare l’invito ad accendervi il fuoco, minimizzando il rischio d’incendi, che si fa concreto con la stagione secca.
Vi sconsigliamo ovviamente dal far aggiungere altre attrezzature simili, specie nel sottobosco.

Nel primo pomeriggio del primo Maggio, siamo andati al parco-riserva Trentani, alle porte di Mentana. Davanti al suo ingresso c’erano dozzine di macchine, che riempivano completamente l’area.
Altre dozzine di veicoli erano parcheggiate lungo la strada di fronte e sulla Nomentana. C’era anche un veicolo della Polizia Provinciale, con due agenti, impegnate nella rimozione di un autocarro in doppia fila su incrocio.
Abbiamo pensato: “Ci sarà una manifestazione sportiva?”, siamo entrati incuriositi, per la nostra passeggiata. Nessuna manifestazione: solo picnic. Abbiamo pensato: “Bene! Il parco è utile a molti!”.
Proseguendo però abbiamo notato ogni genere di infrazione alla legge commessa dalle centinaia di gitanti: cani sciolti, partite di pallone, accampamenti con tende, gente che fumava nel bosco e sopratutto fuochi e barbecue, accesi ovunque, sui prati… e dentro il bosco: ne abbiamo notati almeno una quindicina, senza scendere lungo il pendio di destra, dove c’erano altri gruppi.
Da quest’esperienza traiamo due ulteriori suggerimenti per l’Amministrazione Provinciale, responsabile del parco, onde prevenire gl’incendi, di cui tanto ci si rammarica ogni estate quando il danno è ormai fatto:

1. Applicare su ogni bacheca, specie nel parco, cartelloni di divieto di accensione fuochi, con indicazione della esatta “legge quadro sulle aree protette” (N. 394 del 6-12-91, Art.11/3g e 30/1) e delle sanzioni (arresto fino a 6 mesi o ammenda fino a 25MLit), per i tanti ignoranti
2. Programmare la sorveglianza  nei periodi a rischio: i fine settimana tra le 12 e le 15, eventualmente rinunciando alla presenza di personale presso il parco nei giorni feriali, in cui nessuno ci va.

Saluti Da
Un gruppo di Cittadini di Mentana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *