Arredare un ristorante in stile rustico: 3 consigli

Arredare un ristorante in stile rustico: 3 consigli

Siete in procinto di arredare un ristorante in stile rustico ma non sapete da dove cominciare? Lo comprendiamo bene: arredare un ristorante non è come arredare casa propria, bisogna tenere a mente diversi aspetti tutti di vitale importanza. Inoltre, è necessario anche tentare di incontrare il più possibile i gusti dei propri clienti, per rendere le loro serate le più piacevoli possibili. Attenzione però: mai dimenticare di definire la personalità del proprio locale, in modo tale da possa distinguersi dalla massa in breve tempo e con poche tecniche d’arredo.
Ma come fare ad arredare un ristorante in stile rustico? Scopritelo in questa guida attraverso i nostri 3 consigli.

1. Aspetto invecchiato
Lo stile rustico richiama la tradizione e le epoche del passato. Procuratevi alcuni mobili di recupero, invecchiati o da invecchiare. I professionisti in arredamento ristorante Milano, Roma, Genova, consigliano spesso di usare il legno, di qualsiasi tipologia e sfumatura, in quanto davvero molto caratteristico. Potete inserire dei tavoli in legno, ad esempio con decorazioni particolarmente vintage. Evitate di utilizzare materiali o componenti d’arredo dal design troppo estroso e dal colore eccessivamente laccato. Rischiereste, infatti, di andare fuori tema.

2. Pareti e pavimento
Sfruttate le pareti del vostro locale evitando i colori monocromatici. In questo caso, potete ad esempio strutturare le mura a mattoni, affinché si riesca a donare al vostro ristorante un aspetto quasi casalingo. Inoltre, le pareti con mattoni a vista sono anche molto glamour. Per quanto riguarda il pavimento, optate per il cotto, semplice ma ugualmente molto pertinente al vostro design.

3. Luminosità
Anche la luminosità è fondamentale in un ristorante. Come certamente saprete, i ristoranti richiedono una luce soffusa, raccolta, in modo da donare al vostro ambiente una sensazione calda e accogliente. In un ristorante rustico, cercate di strutturare delle ampie vetrate, in modo da accogliere i vostri ospiti con i caldi bagliori del sole tipici delle belle giornate. Se non dovesse essere fattibile, allora acquistate lampade o lampadari dalla luce avvolgente ma sempre romantica.

Potrebbe interessarti anche...

  • Arriva su Netflix "Sulla mia pelle. Gli ultimi 7 giorni di Stefano Cucchi"
  • Rome Bondage Week: Arte, Eros e Performance a Roma dal 20 al 23 settembre con ospiti da tutto il mondo
  • Amore a quattro zampe. Wolf, Sally, Elsa, Precious Paws Atreju: le loro storie
  • Al Giffoni Film Festival, #I DOG YOU conquista le celebrities: da Anna Valle al Trio Medusa, da Ferzan Ozpetek a Victoria Cabello
  • #I DOG YOU al Giffoni Film Festival
  • Marco Giallini nel video di "La vita è una", nuovo singolo del "Muro del canto"
  • Netflix lancia Smart Downloads, il download intelligente
  • "A Christmas Carol" vince il premio Studio Universal. Andrà in onda nella trasmissione "A noi piace corto"
  • "Un amico non si abbandona": Michele Zarrillo testimonial per la campagna contro l'abbandono estivo degli animali domestici
  • Finale del Concorso Nazionale Miss Pin Up WW2: vince la bellezza vintage!
  • Ginnastica in Festa 2018: Vanessa Ferrari, Marco Lodadio e Lorenzo Galli hanno incontrato i fan alla Fiera di Rimini
  • La giovanissima attrice romana Letizia Pinocci presto ad Hollywood con "The White Stallion" ricevuta dall'ambasciatore di Monte-Carlo con il cast del film "Mission Possible"
  • Amore a quattro zampe. Gli amici pelosi dei nostri lettori si raccontano
  • La casa di produzione West 46TH Films premia i migliori cortometraggi
  • Cosa sai dell’Africa e di chi fugge da guerre e miseria? Scoprilo con il pluripremiato “This in Congo”, inedito in Italia, in onda su Sky Atlantic
  • Finale Miss Pin Up WW2 al Fabulous: l'evento vintage dell'estate!
  • La bufala della raccolta sangue per la leucemia di Riccardo Capriccioli

About the author

Related

"Stiamo lavorando per raccordare tutta la filiera vitivinicola locale. Un lavoro sinergico con il Consorzio, La Strada dei Vini e i produttori Frascatani. Vogliamo valorizzare il Vino di Frascati e per questo stiamo mettendo in campo idee e azioni importanti. Ringrazio per la vicinanza la Regione Lazio e L'Arsial. A breve comunicheremo l'avvio di un progetto importante. L'esperienza di Verona e del Vinitaly 2018 è stata davvero illuminante. Giornalisti di settore, stakeholder, sommelier che hanno preso parte all’evento “Frascati Superiore DOCG: ambasciatore del territorio", hanno apprezzato il Vino di Frascati, che rappresenta per noi un prodotto d'eccellenza al pari dell'arte, la cultura, i paesaggi e la ricerca". Sono le parole del Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti.

JOIN THE DISCUSSION